A prima vista grammatica: latino PDF

Utili schede compensative di inglese realizzate da Riccardo. A prima vista grammatica: latino PDF Presente Progressivo dei verbi inglesi file audio mp3 del prof. Il Passato semplice  file audio mp3 del prof. Pronuncia della -ED finale del passato semplice dei verbi regolari  file audio mp3 del prof.


Författare: .

HO BARRATO LA MAPPA nel commento! E così via anche per le altre persone. Leave a Reply Fare clic qui per annullare la risposta. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. Per la grammatica e le particolarità linguistiche di tutti questi dialetti si rimanda alle rispettive voci indicate dai collegamenti. La grammatica greca di cui qui delineeremo gli aspetti fondamentali è improntata in larga parte al dialetto attico, parlato ad Atene, ed impostosi dal V secolo a.

Mediterraneo nota anche come greco comune, greco alessandrino o greco ellenistico. Essa, tuttavia, non coincide appieno con il dialetto attico puro. Lo stesso argomento in dettaglio: Alfabeto della lingua greca antica e Fonologia della lingua greca antica. La lingua greca è dal punto di vista tipologico una lingua flessiva, caratteristica che eredita dalla sua lingua madre, l’indoeuropeo.

In quanto lingua flessiva, possiede un’ampia articolazione di declinazioni nominali. Omero significa “quello, egli, ella, esso”, e assume la sua funzione tipica a partire dalla fine dell’VIII secolo a. Il greco, come il latino e la stragrande maggioranza delle lingue indoeuropee antiche, esprime morfologicamente tre generi nei nomi: maschile, femminile e neutro. Dal punto di vista del numero, il greco attico, come il sanscrito, possiede, nel verbo e nel nome, un duale. Il genitivo, indicante la specificazione possessiva, oggettiva etc.

Il vocativo, indicante il complemento di vocazione. Sono rintracciabili, in alcuni nomi notevoli, relitti del locativo indoeuropeo, ancora presente in altre lingue antiche, e tuttora presente in molte lingue slave. Lo stesso argomento in dettaglio: Prima declinazione del greco antico. La prima declinazione greca, che corrisponde in tutto e per tutto alla prima declinazione latina, raccoglie i sostantivi maschili e femminili con il tema in -α. Lo stesso argomento in dettaglio: Seconda declinazione del greco antico.

La seconda declinazione comprende nomi maschili, femminili e neutri col tema in -o. Lo stesso argomento in dettaglio: Declinazione attica. I nomi della declinazione attica sono caratterizzati dal fatto che sulla forma della loro declinazione originaria, la seconda, inizialmente regolare, hanno influito le conseguenze del fenomeno della metatesi quantitativa e della sinizesi. Ne fanno parte pochi sostantivi alcuni dei quali non univocamente attestati, e alcuni aggettivi, per lo più composti. Lo stesso argomento in dettaglio: Terza declinazione del greco antico. La terza declinazione include i nomi maschili, femminili e neutri in consonante, vocale chiusa e dittongo.

Essa appare come una declinazione atematica, dato che, a differenza delle altre due declinazioni, inserisce le desinenze direttamente sulla radice nominale, senza intermediazione di vocale tematica. Tali desinenze sono tuttavia spesso oscurate da mutamenti fonetici, nelle diverse sottoclassi in cui la III declinazione si divide. La prima classe che segue la prima declinazione dei nomi in alfa puro e impuro lunghi per i femminili e la seconda declinazione per i maschili e i neutri. La seconda classe, che segue la terza declinazione, e la prima declinazione dei nomi in alfa puro e impuro brevi, e comprende aggettivi a tre, a due e a una sola terminazione -gli aggettivi di seconda classe si dividono in varie sottoclassi, distinte a partire dal tema, come accade per i nomi di III declinazione. Questa sezione sull’argomento lingue è solo un abbozzo. Contribuisci a migliorarla secondo le convenzioni di Wikipedia.