Auriga e Orione PDF

48 costellazioni elencate da Tolomeo, ed è anche una auriga e Orione PDF 88 costellazioni moderne. Luminosa e appariscente, l’Auriga è un punto di riferimento imprescindibile per l’identificazione di un buon numero di stelle e costellazioni nei cieli autunnali e invernali.


Författare: Ken Liller.

Un aereo esplode in volo, poco prima dell’atterraggio, sulla pista dell’aeroporto di Denver. Ken Liller, agente FBI, metodico, razionale, un leader naturale, viene incaricato di coordinare le indagini. I primi sospetti cadono sull’ISIS, per quanto non giunga alcuna rivendicazione ufficiale. Le ricerche inseguono flebili indizi nella provincia americana e il percorso tra le cittadine riprende la carta stellare della costellazione di Auriga. Ken, immerso nel suo lavoro, non coglie le similitudini che si creano con la storia del cocchiere innamorato e parallelamente dei sicari dell’ISIS stanno cercando di scoprire cosa sia accaduto. Una donna musulmana si trova coinvolta nella vicenda, seppur marginalmente, e con il suo coraggio riuscirà a smuovere alcune pedine e aiuterà Liller nelle ricerche, ma proprio quando la nebbia sulle indagini si sta diradando, l’agente dell’FBI vede sfuggire la sua preda. La sequenza narrativa si sviluppa in una serie di centri abitati che riprendono la mappa stellare di Orione, il “cacciatore”, e a Ken di questa avventura rimane unicamente uno spunto per una probabile storia d’amore.

Le due nebulose IC 405 e IC 410, al centro di un ricco campo stellare galattico. Galassia, come brillanti ammassi di stelle e nebulosità diffuse. La parte più settentrionale si presenta quasi circumpolare alle latitudini medie boreali, mentre la parte meridionale è comunque visibile a lungo. Sfruttando gli allineamenti dati dalle stelle dell’Auriga è possibile individuare altre stelle e costellazioni.

La nebulosa IC 410 con l’ammasso stellare aperto NGC 1893 ripresa con un telescopio RC da 8″ e camera CCD. Lo stesso argomento in dettaglio: Stelle principali della costellazione dell’Auriga. Toro sarebbe privo di un corno, in genere ci si riferisce a Elnath con la sigla β Tauri. Aurigae è una stella doppia con un periodo di 970 giorni, la primaria è una supergigante di tipo K, mentre la secondaria è una stella di sequenza principale di tipo B. L’Auriga contiene una gran numero di stelle doppie, molte delle quali sono piuttosto facili da osservare anche con piccoli strumenti.

Una delle più facili è la coppia formata dalle stelle HD 37646 e HD 37647, nota anche con la sigla di stella doppia ADS 4262: si tratta di due astri dal colore biancastro entrambe di settima magnitudine, separate da 26″. La HD 35295 fa parte di un altro sistema binario facile da risolvere: le due componenti presentano una disparità di magnitudine, essendo la primaria di sesta e la secondaria di ottava, e la loro separazione si aggira sul mezzo primo d’arco. Una coppia larga è la ν Aurigae, in cui però è presente una forte disparità di magnitudine fra la primaria, di quarta grandezza, e la secondaria, di undicesima. La 14 Aurigae è composta da una stella di quinta magnitudine e da una compagna di ottava, entrambe bianche. Fra le altre irregolari spicca la ψ1 Aurigae, che oscilla di una magnitudine fra la quarta e la quinta, dunque con escursioni apprezzabili anche ad occhio nudo. Fra le numerose altre variabili a eclisse, spicca per luminosità la ζ Aurigae, che oscilla di due decimi di magnitudine in un periodo di oltre due anni e mezzo.