Comunicare il parco PDF

E’ inoltre possibile annotare gli incidenti subiti, il nome della compagnia comunicare il parco PDF assicurazione e le condizioni attuali del veicolo. Ad ogni mezzo si può associare il relativo proprietario o il conduttore assegnato indicandone, oltre al nome, il codice fiscale e il recapito preferenziale.


Författare: Angelica Costa.

La comunicazione e la pubblicità come strumenti di aiuto per l’attuazione delle finalità dei parchi nazionali.

Il programma consente di allegare a ciascuna scheda file esterni di qualsiasi genere che potrebbero contenere, ad esempio, le copie acquisite allo scanner dei documenti dell’automezzo, come il libretto di circolazione, il certificato di proprietà del veicolo e il contratto di assicurazione. Per inserire una nuova scheda, è sufficiente fare clic sul pulsante Nuovo, compilare i campi di testo e premere Salva. Si tenga presente che i campi Tipo veicolo, Marca, Modello e Targa sono a compilazione obbligatoria. Per aggiornare una scheda esistente, bisogna richiamarla nella finestra di lavoro, apportare le modifiche desiderate e premere Salva.

Una scheda già registrata può essere richiamata utilizzando la funzione di ricerca o le frecce di scorrimento, le quali consentono di visualizzare il record precedente o quello successivo, oppure di posizionarsi in testa o in coda all’archivio. Il pulsante Duplica è utile se si deve registrare la scheda di un nuovo veicolo che ha molti elementi in comune con quella di un veicolo già in archivio. A tal fine, è sufficiente richiamare la vecchia scheda, premere Duplica, apportare le dovute modifiche nei campi di testo e premere Salva. Il pulsante Trova consente di effettuare ricerche avanzate in archivio funzionanti anche con chiave parziale, ossia indicando una o più parole consecutive contenute nei campi di testo. Per ogni ricerca è possibile utilizzare uno o più filtri contemporaneamente. Ciò consente, ad esempio, di ottenere l’elenco di tutti i veicoli intestati a un certo proprietario o conduttore, oppure di quelli di una certa marca o modello. I risultati di ciascuna ricerca possono essere stampati.

L’utente addetto all’aggiornamento delle schede dei veicoli dovrebbe costantemente verificare la disponibilità di ciascun mezzo e, a seconda dei casi, mettere o togliere il segno di spunta sulla casella Veicolo disponibile. Così facendo, l’utente potrà trovare immediatamente un veicolo disponibile per un nuovo viaggio quando ce ne sarà bisogno. Il software è anche in grado di visualizzare la scheda del veicolo in anteprima, di effettuarne la stampa e di esportarla in formato . L’intero archivio degli automezzi può essere esportato in un file di Microsoft Excel. L’applicazione Anagrafica Conduttori è una rubrica elettronica che consente di registrare i dati personali dei conducenti dei veicoli del proprio autoparco per poterli poi importare quando si archiviano le schede della flotta automezzi.

Ad ogni conduttore si può associare un veicolo del parco auto, indicando il tipo di mezzo, la marca, il modello, il colore, il tipo di alimentazione e il numero di targa. Appositi pulsanti consentono di controllare la validità del codice fiscale del conducente, del numero di carta di credito, dell’IBAN bancario e del numero di partita IVA. Se il numero di partita IVA è esatto, il software indicherà quale Ufficio provinciale lo ha rilasciato. Il campo E-mail è affiancato da un pulsante che permette di lanciare l’applicazione predefinita presente sul proprio computer per la gestione della posta elettronica compilando in automatico la casella dell’indirizzo del destinatario. Per annotare che il conduttore acconsente a lavorare in trasferta, è sufficiente spuntare la relativa casella. Il pulsante Sì trasferte visualizza l’elenco di tutte le schede in cui è stato messo il segno di spunta su tale casella. La funzione Allega file permette di abbinare alla scheda di ciascun conducente fino a tre file da richiamare velocemente con un clic.

Tali file potrebbero contenere, ad esempio, la copia digitale del contratto stipulato dal conduttore con l’azienda, l’immagine scannerizzata della sua patente di guida o carta di identità, e così via. Per inserire una nuova scheda in archivio, è sufficiente fare clic sul pulsante Nuovo, immettere i dati nelle caselle di testo e premere Salva. Si tenga presente che, per salvare la scheda, occorre compilare obbligatoriamente i campi riguardanti il nome del conduttore, la marca, il modello e la targa del veicolo abbinato. Per aggiornare una scheda esistente, bisogna richiamarla nella finestra di lavoro, apportare le modifiche e premere Salva. Ciò consente, ad esempio, di ottenere l’elenco di tutti i conducenti che possiedono un certo tipo di patente, oppure di quelli che risiedono in una certa città.

L’utente che si occupa dell’archiviazione delle schede anagrafiche dei conduttori dovrebbe costantemente aggiornare la situazione delle ferie di ognuno di essi e, a seconda dei casi, mettere o togliere il segno di spunta sulla casella In ferie. Nel campo Programma ferie andrebbe indicata la durata delle ferie del conduttore. Qualora tale elenco risultasse vuoto, potrebbe essere utile visualizzare la lista degli autisti attualmente in ferie premendo il pulsante In ferie per verificare nelle annotazioni quando ciascuno di loro tornerà al lavoro. Il pulsante Stampa permette di ottenere su carta le informazioni presenti nella scheda di ciascun conduttore.

Il software è anche in grado di esportare l’intero archivio anagrafico in un file di Microsoft Excel. L’utente può allegare a ciascuna scheda file esterni di qualsiasi genere che potrebbero contenere, a titolo di esempio, la documentazione riferita all’attrezzatura oppure una sua foto. Il pulsante In scadenza visualizza l’elenco delle attrezzature la cui revisione sta per scadere. Per sfruttare tale funzione, l’utente deve indicare la data della prossima revisione e con quanti giorni di preavviso desidera essere informato. L’elenco che appare mostra il riepilogo delle revisioni in scadenza e di quelle scadute e non effettuate.

Se si desidera visualizzare esclusivamente l’elenco delle revisioni scadute, bisogna servirsi del pulsante Scadute. La casella Revisione effettuata va spuntata se si vuole che la scheda dell’attrezzatura non compaia nei riepiloghi delle revisioni in scadenza o scadute. Tale funzione può essere utile se, ad esempio, una certa attrezzatura non ha più bisogno di essere revisionata oppure se la revisione è stata eseguita prima della data di scadenza e non si è ancora deciso quando si vorrà revisionare nuovamente la medesima attrezzatura. Il pulsante Valore totale serve a ottenere il valore complessivo delle attrezzature presenti nell’inventario dall’azienda. In questo modo si potrà sapere in ogni momento a quanto ammonta il capitale dell’equipaggiamento posseduto e ciò può servire, ad esempio, a fini assicurativi.

Il pulsante Trova consente di visualizzare una lista delle attrezzature presenti in archivio utilizzando diversi criteri di ricerca contemporaneamente e di richiamare i dati nella schermata di lavoro principale selezionando con un doppio clic la scheda di interesse. E’ possibile, in questo modo, ottenere l’elenco di tutte le attrezzature appartenenti a una certa tipologia oppure di quelle acquistate da una stessa ditta fornitrice. I risultati di ricerca possono essere mandati in stampa. Per modificare una scheda esistente, basta richiamarla nella schermata di lavoro, cambiare i dati e premere Salva. Il pulsante Duplica permette di creare una nuova scheda duplicandone una già presente in archivio. Tale funzione è particolarmente utile quando i dati da registrare sono simili a quelli di un’altra attrezzatura salvata in precedenza.

Le icone delle frecce permettono di scorrere le schede dalla prima all’ultima e viceversa oppure di posizionarsi in testa o in coda all’archivio. La scheda tecnica di ciascuna attrezzatura può essere stampata su carta mentre l’intero inventario delle attrezzature può essere esportato in un file di Microsoft Excel. L’applicazione Ingressi e Uscite Veicoli è studiata per gestire le schede da compilarsi a cura del personale di servizio alla porta carraia nel momento in cui i mezzi di visitatori attraversano il cancello di ingresso dell’azienda. Ovviamente, è anche possibile registrare i veicoli del proprio parco auto custoditi in autorimessa che giornalmente entrano in azienda. Per inserire una nuova scheda in archivio bisogna selezionare un anno solare, fare clic sul pulsante Nuovo, compilare i campi di testo che interessano e premere Salva. Si tenga presente che i campi relativi alla data e ora di ingresso nonché alla marca, modello e targa del veicolo sono a compilazione obbligatoria. Se si deve registrare l’ingresso o l’uscita di un mezzo del proprio autoparco, è possibile importare i dati del veicolo e del conduttore dall’archivio del parco automezzi servendosi del pulsante con la freccetta rossa presente a destra del campo riservato al numero di targa.