Dedalo PDF

Questa voce sull’argomento mitologia greca è solo un abbozzo. Contribuisci dedalo PDF migliorarla secondo le convenzioni di Wikipedia.


Författare: Tom Cutrofello.

Segui i suggerimenti del progetto di riferimento. Dedalo e Icaro, opera di Lord Frederic Leighton. Dedalo e di Naucrate, una schiava di Minosse. Nell’isola di Creta il re Minosse aveva chiesto a Dedalo di costruire il labirinto per il Minotauro. Per scappare, Dedalo costruì delle ali con delle penne e le attaccò ai loro corpi con la cera. Rivisitazione in chiave moderna e rock del mito di Icaro.

Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 6 feb 2019 alle 22:04. Vedi le condizioni d’uso per i dettagli. Dedalo incita il figlio al volo, dipinto dell’artista francese Charles Paul Landon, 1799, Alençon, Musée des Beaux-Arts et de la Dentelle. Figlio di Metione, Dedalo era probabilmente originario di Atene, dov’era un apprezzato scultore.

In seguito all’omicidio del suo assistente e nipote Talo, che avrebbe ucciso perché geloso della sua maestria, fu accolto a Creta dal re Minosse. Durante questo suo soggiorno al palazzo, lo scultore attirò il desiderio di una schiava del re di Creta, di nome Naucrate, la quale s’innamorò perdutamente della sua maestria e della sua bellezza. Dedalo si unì alla giovane, che gli diede un figlio, Icaro. A lui è attribuita la costruzione della mucca di legno nella quale Pasifae, moglie di Minosse, si accoppiò con il toro sacro inviato da Poseidone. Dall’unione nacque il Minotauro, che fu rinchiuso per ordine di Minosse nel labirinto costruito da Dedalo. Essendo a conoscenza della struttura del labirinto, Dedalo, una volta finita la sua opera, vi fu rinchiuso con il figlio Icaro.

Dedalo per scappare dispose delle piume di uccello in fila, partendo dalle più piccole alle più grandi, in modo che sembrino sorte su un pendio. Fuggito da Creta, Dedalo si recò in Sicilia, dove trovò rifugio presso il re Cocalo. Minosse, per cercare di riacciuffare il fuggitivo, escogitò un piano: promise una forte ricompensa a chiunque avesse trovato il modo di far passare un filo tra le volute di una conchiglia. Minosse giunse in Sicilia e pretese la consegna di Dedalo, ma le figlie del re Cocalo aiutarono Dedalo ad ucciderlo. Dedalo visse ancora molti anni in Sicilia fino a quando decise di andare con Iolao, nipote di Eracle, in Sardegna dove si stabilirono. A lui venne attribuita l’invenzione delle sculture, lignee o in terracotta, dette daidala, anche se lo scrittore e geografo Pausania pensava che esse esistessero già prima dei tempi di Dedalo. Dedalo era anche ritenuto l’inventore delle agalmata, statue di divinità che avevano occhi aperti e membra mobili.