Enciclopedia del giardinaggio PDF

Questa voce o sezione sull’argomento agricoltura non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. Uno scosceso viottolo a Settimo Vittone: pergola rustica con montanti in muratura grezza e travi in legno, a sostenere la vegetazione di viti da uva. Il termine pergola infatti deriva dal tardo latino “pergere'”: sporgere, quindi sporgenza, applicazione. Derivando direttamente enciclopedia del giardinaggio PDF’italiano, il termine relativo al manufatto è ripreso invariato e con significato analogo anche in inglese, e poi diffuso in altre lingue.


Författare: Paul Urquhar.

Ogni giardino fornisce uno spazio per vivere all’esterno e, possibilmente, delle aree gioco per i bambini. L’Enciclopedia del giardinaggio mostra come progettare il giardino nel modo più adatto al vostro stile di vita. Propone soluzioni per comuni problemi paesaggistici, progetti con istruzioni passo a passo, tecniche di semina e propagazione, idee per creare in base a colori e forme, oltre a trucchi e suggerimenti per ogni necessità, dalla scelta delle piante alle ristrutturazioni.

Di norma la copertura è prevalentemente a forma di “tetto” piano o curvo, mentre le “pareti” sono spesso lasciate aperte. La pergola ha un uso importante per costituire un percorso coperto e ombreggiato ai viali di collegamento tra fabbricati diversi o per copertura di terrazzi. La condizione prevalentemente è quella di avere parzialmente o del tutto solo la parete a “tetto” coperta da vegetazione, in tal modo è permessa la ventilazione, ed è ammessa la visuale orizzontale. Villa La Pietra, Firenze, giardino est, pergolato con colonne. Copertura di pergolato con viti nel centro del villaggio di Koilani a Cipro. In agricoltura la pergola è utilizzata soprattutto in viticultura, e ha come caratteristica l’utilizzo della esposizione alla luce solare nelle ore centrali del giorno, utilizzando l’ombreggiamento per la conservazione della umidità del suolo dove questa è carente, ed evitando le ustioni ai grappoli. Conservazione della riservatezza in un tunnel vegetale a pergola, realizzato con materiali moderni.

La pianta che elettivamente è considerata primariamente “da pergola” è la vite, ma sono considerate ugualmente per tale uso tutta una serie di piante che hanno tendenza a coprire e arrampicare. Più delicate e complesse furono le pergole signorili, con aste intrecciate di frassino e castagno, e con pareti semichiuse, per assicurare il riserbo e la esclusività, con superfici vegetali occludenti, complicandone quindi notevolmente la gestione. Gli stili architettonici delle strutture seguirono quelle dei fabbricati dell’epoca e l’evolversi dei costumi e delle culture, quindi colonne e travi sono in stile con i fabbricati dell’epoca. Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 18 gen 2019 alle 22:18. Vedi le condizioni d’uso per i dettagli. Questa voce o sezione sull’argomento agricoltura non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti.

Uno scosceso viottolo a Settimo Vittone: pergola rustica con montanti in muratura grezza e travi in legno, a sostenere la vegetazione di viti da uva. Il termine pergola infatti deriva dal tardo latino “pergere'”: sporgere, quindi sporgenza, applicazione. Derivando direttamente dall’italiano, il termine relativo al manufatto è ripreso invariato e con significato analogo anche in inglese, e poi diffuso in altre lingue. Di norma la copertura è prevalentemente a forma di “tetto” piano o curvo, mentre le “pareti” sono spesso lasciate aperte.

La pergola ha un uso importante per costituire un percorso coperto e ombreggiato ai viali di collegamento tra fabbricati diversi o per copertura di terrazzi. La condizione prevalentemente è quella di avere parzialmente o del tutto solo la parete a “tetto” coperta da vegetazione, in tal modo è permessa la ventilazione, ed è ammessa la visuale orizzontale. Villa La Pietra, Firenze, giardino est, pergolato con colonne. Copertura di pergolato con viti nel centro del villaggio di Koilani a Cipro. In agricoltura la pergola è utilizzata soprattutto in viticultura, e ha come caratteristica l’utilizzo della esposizione alla luce solare nelle ore centrali del giorno, utilizzando l’ombreggiamento per la conservazione della umidità del suolo dove questa è carente, ed evitando le ustioni ai grappoli. Conservazione della riservatezza in un tunnel vegetale a pergola, realizzato con materiali moderni.