Friuli Venezia Giulia. Un percorso tra arte, storia e natura PDF

Il susseguirsi degli eventi sismici negli ultimi cinquant’anni in Italia ha fortemente influenzato lo sviluppo della nostra società e delle comunità locali e il loro rapportarsi ai temi legati ai terremoti, quali la prevenzione, la percezione del rischio, la gestione delle emergenze e la ricostruzione. Come in un percorso evolutivo, friuli Venezia Giulia. Un percorso tra arte, storia e natura PDF susseguirsi di riflessioni, decisioni, errori e successi ci porta oggi a sottolineare l’importanza di un approccio multidisciplinare al problema dei terremoti. Il primo è relativo al tema della valutazione del grado di sismicità di un’area. Nell’immaginario collettivo, si parla di zone a media, alta o bassa sismicità.


Författare: Elio Ciol.

Il Friuli Venezia Giulia è una regione policentrica, chiusa a volte in caparbi e orgogliosi particolarismi difensivi, ma nello stesso tempo aperta a fecondi contatti umani, culturali, economici e linguistici. Della straordinaria varietà di forme dell’economia e del vivere, del fare i conti comunque con l’ambiente, lo sguardo attento di Elio e Stefano Ciol coglie le tracce rimaste: una ricerca appassionata, durata anni, con ripetute e pazienti rivisitazioni. Il volume si configura come raffinata opera d’arte fotografica in forma di narrazione: un viaggio nello spazio e nel tempo con le didascalie a fare da accompagnamento e da guida rispettosa e discreta al vedere.

Ebbene, come si giunge a queste conclusioni? Un secondo esempio, che rafforza la tesi secondo la quale l’approccio multidisciplinare è cruciale per affrontare la questione dei terremoti, riguarda la percezione delle catastrofi da parte delle persone e da parte della società e quanto tale percezione influenzi poi le politiche che si mettono in atto per mitigare le catastrofi. La nuova frontiera della ricerca nel settore dell’ingegneria sismica cerca di introdurre nei modelli matematici, che trattano variabili fisiche e meccaniche complesse, anche variabili sociologiche, trasformando il concetto di percezione in una variabile matematicamente e probabilisticamente quantificabile, introducendo quindi fattori socioeconomici in grado di influenzare le scelte delle persone. L’analisi della sismicità storica rivela che in Italia ogni 100 anni si verificano in media più di 100 terremoti di magnitudo momento compresa tra 5,0 e 6,0 e dai cinque ai dieci terremoti di magnitudo superiore a 6,0.