Giappone ‘800. Un’arte colorata. La fotografia PDF

Lo stesso argomento in dettaglio: Giappone ‘800. Un’arte colorata. La fotografia PDF dell’Expo 2015. Il tema scelto per l’Esposizione Universale di Milano 2015 è stato “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. Questo tema non è trattato nella Carta di Milano. Nei mesi precedenti all’Expo, è stato preparato un documento, la Carta di Milano, che elenca i principi e gli obiettivi dei firmatari riguardo al tema della nutrizione, della sostenibilità ambientale e dei diritti umani.


Författare: Vincenzo Mirisola.

Lo stesso argomento in dettaglio: Sito espositivo di Expo 2015. Il cardo visto dalla passerella Merlata-Expo. Occupava una superficie di 110 ettari adiacente al nuovo polo espositivo di Fiera Milano. L’area espositiva è stata organizzata come un’isola circondata da un canale d’acqua ed era strutturata in due assi perpendicolari che richiamano le due strade principali delle antiche città romane, il cardo e il decumano. Adiacente al precedente, collega con la stazione ferroviaria servita da treni suburbani, regionali e ad alta velocità.

Inizialmente dedicato esclusivamente a taxi e bus da turismo, venne poi utilizzato anche come accesso pedonale in quanto raggiungibile via tram tramite le linee ATM n. Il sito è stato inoltre parzialmente collegato alla città grazie alla Via d’Acqua Sud, un progetto che prevedeva la riqualificazione della Darsena e di tratti del Naviglio per poter collegare il centro della città alla Expo lungo un percorso in parte anche ciclo-pedonale che attraversa il parco delle Cave. L’ideazione del sito espositivo fu affidata a progettisti di esperienza e a giovani neolaureati della Società Expo 2015 S. Stefano Boeri, Ricky Burdett e Jacques Herzog. All’interno del sito sono stati presenti quattro aree o padiglioni tematici ai quali va aggiunto un padiglione urbano ospitato alla Triennale di Milano. Situato all’estremità ovest del sito, fungeva da portale d’accesso e introduzione alla visita.

Ospitava il contributo delle Nazioni Unite e la Best Practice Area, ovvero la raccolta delle migliori esperienze ed esempi sul tema della nutrizione. Nord e adiacente alla Lake Arena, finalizzato alla riproduzione della varietà della Vita. Includeva un teatro e due padiglioni. Si componeva di un padiglione di 2. Realizzato in collaborazione con la città di Reggio Emilia, occupava un’area esterna al perimetro del canale ed è pensata come area ludica, ricreativa ed educativa per bambini e famiglie.

Un’area tematica urbana ospitata nei locali della Triennale di Milano che voleva esplorare investigare il multiforme campo di relazione fra l’arte e l’alimentazione: dalla pittura alla scultura, dal video all’installazione, dalla fotografia alla pubblicità, dal design al cinema. 30 agosto al Open Air Theatre. Al termine del periodo dedicato esclusivamente allo spettacolo Allavita! Open Air Theatre veniva messo a disposizione delle delegazioni dei partecipanti e veniva utilizzato per eventi e concerti gratuiti per i possessori del biglietto di ingresso. Ad Expo 2015 sono stati presenti 141 partecipanti ufficiali. Lo stesso argomento in dettaglio: Padiglioni nazionali dell’Expo 2015.