????? ???????? – I cigni selvatici. ?????????? ?????????? ?????????a ?? ????? ????a ?????????a ????????a (?????? – ???????????) PDF

Jump to navigation Jump to search Cigni selvatici. Tre figlie della Cina è un romanzo autobiografico della scrittrice cinese Jung Chang. Il romanzo racconta la vera storia di tre figlie della Cina, cioè le vicissitudini della nonna di Jung Chang, della madre e dell’autrice stessa, le cui avventure, esperienze di vita e sofferenze si intrecciano inevitabilmente con la vita della società cinese nel tumultuoso XX secolo, carico di rivoluzioni, guerre, speranze e tragedie. Nella narrazione dell’autrice, la ????? ???????? – I cigni selvatici. ?????????? ?????????? ?????????a ?? ????? ????a ?????????a ????????a (?????? – ???????????) PDF delle tre donne, appartenenti a tre diverse generazioni, si sviluppa nel contesto della Cina dal 1920 al 1980, in un Paese in cui l’esistenza della madre dell’autrice, e di lei stessa, è fatta soprattutto di impegno politico, di delusioni e di persecuzioni per i dissidenti, nel quadro politico comunista al tempo di Mao Zedong.


Författare: Ulrich Renz.

Il libro è stato la prima opera dell’autrice, ed uno dei casi letterari più clamorosi degli ultimi decenni: scritto originariamente in lingua inglese, è stato tradotto in 37 lingue e ha venduto 13 milioni di copie, con successo di critica e lodi da vari rinomati autori come J. Il libro inizia raccontando la storia della nonna di Chang, Yu-fang. All’età di due anni le fu praticata la fasciatura dei piedi da parte della madre, fatto che le avrebbe causato dolori incessanti per il resto della vita. Dopo sei anni di assenza, il generale fece una breve visita coniugale alla sua concubina, durante la quale fu concepita la madre di Chang. Il generale non si fermò con Yu-fang per molto, non vide neanche venire alla luce sua figlia a cui diede il nome di Bao Qin per corrispondenza. Nell’estate del 1932 un telegramma annunciò a Yu-fang che il generale era gravemente ammalato e le ordinava di portare la bambina a vederlo.

Durante la visita alla casa del generale essa si rese conto che questo era moribondo e che la moglie e le altre concubine volevano prendere sua figlia per crescerla come una discendente del generale Xue senza lasciarle alcun diritto in quanto madre. Passò diverso tempo prima che Yu-fang ricevesse un telegramma da parte della moglie del generale che la informava che il marito era morto e con le ultime parole le aveva restituito la libertà. All’età di 24 anni la nonna di Chang era di nuovo libera. In seguito a queste vicende Yu-fang ebbe un crollo nervoso e quindi venne chiamato un dottore che praticava la medicina tradizionale cinese, il dottor Xia, che appena la vide se ne innamorò. L’amore del dottor Xia fu ricambiato e nel 1935 si sposarono. Finalmente Yu-fang non era più una concubina, ma una moglie vera e amata. Il dottor Xia cambiò il nome di Bao Qin in De-hong che significa ‘cigno selvatico’.

Durante l’infanzia veniva costantemente maltrattata dagli altri bambini della famiglia del dottor Xia che si erano a lungo opposti al suo matrimonio con Yu-fang. Nonostante questo De-hong ebbe un’infanzia piuttosto felice, circondata dall’amore della madre e del dottor Xia, anche se piuttosto solitaria. Nel 1938, all’età di 7 anni, De-hong inizia la scuola. A quei tempi a Jinzhou l’istruzione era rigidamente controllata dai giapponesi e assistette ad atrocità compiute dagli insegnanti giapponesi sui compagni e sugli insegnanti che si rifiutavano di perpetuarle. Iniziò quindi a sviluppare un’avversione per il regime giapponese.