Il parametro delle norme non scritte nella giurisprudenza costituzionale PDF

Questa voce o sezione sugli argomenti teoria del diritto e diritto costituzionale non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. La costituzione, nel diritto, è l’atto normativo fondamentale che definisce la natura, la forma, la struttura, l’attività e le regole fondamentali di un’organizzazione. Il termine, spesso, indica la legge fondamentale di uno Stato, ovvero il vertice nella gerarchia delle fonti di diritto, mentre per l’atto fondamentale di altri enti, pubblici o il parametro delle norme non scritte nella giurisprudenza costituzionale PDF, viene solitamente adottata la denominazione di statuto. Ad ogni modo il termine è ricco di significati, sia descrittivi che assiologici.


Författare: .

Sia per queste sue origini storiche che per il ruolo esercitato nella vita istituzionale degli Stati moderni, la Costituzione svolge la funzione di “limitazione legale della politica”. Lo stesso argomento in dettaglio: Costituzione flessibile e Costituzione rigida. Alcune costituzioni sono protette contro le modifiche, nel senso che per la loro modifica richiedono un procedimento legislativo gravato da maggiori oneri procedurali rispetto alle leggi ordinarie. Sono invece “flessibili” negli altri casi, quando cioè la costituzione, dal punto di vista della modificabilità, è analoga ad una legge ordinaria, a cui è parificata nella scala gerarchica delle fonti. Le procedure di aggravamento dell’iter legislativo per la modifica della costituzione sono volte ad ottenere il maggior consenso possibile da parte della collettività e garanzie per le minoranze. Le costituzioni, si dicono “brevi” se contengono un numero ristretto di disposizioni riguardanti principi fondamentali, stabiliscono regole basilari della struttura statale e degli organi costituzionali e garantiscono alcuni diritti fondamentali dell’individuo. Con le costituzioni “lunghe” si amplia l’ambito di interesse, passando talvolta a disciplinare vari aspetti della società civile dettando regole oltre che generali, anche particolari.

Le definizioni più comuni della costituzione, fanno riferimento ad essa come “sorgente del diritto”, da cui discendono le altre leggi. Tale approccio ha però pieno senso in una visione statica o almeno in una prospettiva di tipo storico. Una visione invece dinamica di costituzione non può fare a meno di vedere come essa sia una rappresentazione formalizzata dei rapporti di potere tra le varie classi sociali. Chi non ama il concetto di classe sociale può considerare termini come lobby o gruppo d’interesse.