Il pistarolo PDF

L’interno della Banca Nazionale dell’Agricoltura dopo l’attentato. La strage di piazza Fontana fu il pistarolo PDF di un grave attentato terroristico compiuto il 12 dicembre 1969 nel centro di Milano presso la Banca Nazionale dell’Agricoltura che causò 17 morti e 88 feriti.


Författare: Marco Nozza.

Li chiamavano pistaroli, dal francese pistard, un gruppo di giornalisti d’inchiesta che non cercava lo scoop a ogni costo, ma la verità dei fatti, quelli scomodi, spesso insabbiati dalle autorità politiche o dai servizi segreti. In anni complessi e bui della storia italiana, Marco Nozza si è messo sulle tracce di piste nere e piste rosse, ha raccolto dati, indizi, interviste, documenti processuali. Attraverso i suoi appunti e la sua voce, questo libro è la ricostruzione di trent’anni di storia italiana: dalla strage di piazza Fontana alla bomba dell’Italicus, dal processo di Catanzaro alla Rosa dei venti, dalla strage della stazione di Bologna ai delitti delle Br e del terrorismo. Una testimonianza che il giornalismo è o dovrebbe essere una professione civile al servizio dell’informazione. Come scrive Corrado Stajano nell’introduzione: “Piazza Fontana e quel che ne seguì fu un evento che fece da cesura alla vita di tutta una generazione. Ci fu un prima e un dopo. Una riscoperta del mondo e di se stessi. Anche per i giornalisti. I questori, i prefetti, i procuratori della Repubblica, i commissari della polizia, abituati a essere ascoltati dalla stampa amica, erano esterrefatti di dover render conto di quel che facevano e dicevano, non soltanto ai “sovversivi” dei fogli di opposizione, ma ai giornalisti della stampa borghese, inquietati da quel che era accaduto: le verità ufficiali che non corrispondevano ai fatti, se si andava soltanto a dare un’unghiata sotto sotto la vernice dell’apparenza”.

La strage della Banca dell’Agricoltura non fu la più atroce tra quelle che hanno insanguinato l’Italia, ma diede avvio al periodo stragista della Strategia della tensione in Italia. A causa del ricorso al segreto di Stato durante le indagini, la storia giudiziaria della strage di Piazza Fontana rappresenta sul versante terrorismo quello che il golpe Borghese rappresenta sul versante dell’eversione. Il foro sul pavimento creato dalla bomba. L’edificio della Banca Nazionale dell’Agricoltura in piazza Fontana in una foto del 12 dicembre 2007, trentottesimo anniversario della strage.

Sono visibili le corone di fiori lasciate in omaggio da istituzioni e cittadini per ricordare le vittime della strage. 16:30, mentre gli altri istituti di credito chiudevano, all’interno della filiale c’erano ancora molte persone. Interno della banca dopo lo scoppio. Da Milano il prefetto Libero Mazza, su segnalazione dall’Ufficio affari riservati del Viminale, avvisò il Presidente del Consiglio Mariano Rumor: L’ipotesi attendibile che deve formularsi indirizza le indagini verso gruppi anarcoidi.

Pietro Valpreda durante un’udienza per la strage di Piazza Fontana. Il 16 dicembre venne arrestato anche un altro anarchico, Pietro Valpreda, indicato dal tassista Cornelio Rolandi come l’uomo che nel pomeriggio del 12 dicembre era sceso dal suo taxi in piazza Fontana, recando con sé una grossa valigia. Rolandi ottenne anche la taglia di 50 milioni di lire disposta per chi avesse fornito informazioni utili. Lo stesso argomento in dettaglio: Cronologia delle indagini e degli avvenimenti legati alla strage di Piazza Fontana.