Il popolo di Coda Chiazzata PDF

Questa voce o sezione sull’argomento antropologia è priva o carente di note e riferimenti bibliografici puntuali. La neutralità di questa voce o sezione sull’argomento Il popolo di Coda Chiazzata PDF è stata messa in dubbio.


Författare: George E. Hyde.

Una storia dei Sioux Brulé Coda Chiazzata, un capo straordinario per abilità e forza di carattere che trattò da pari con presidenti, governi e generali riuscendo con la diplomazia laddove altri capi bellicosi fallirono. La storia di un uomo e del suo popolo e della loro battaglia per non farsi distruggere dall’uomo bianco.

Motivo: La voce non affronta con prospettiva storica questo popolo ed inoltre contiene espressioni enfatiche. Questa voce o sezione sull’argomento antropologia è ritenuta da controllare. Motivo: Secondo quanto riportato da NN: “testo non privo di inesattezze e semplificazioni”. Chief Bone Necklace-Oglala Lakota-1899 Heyn Photo.

L’equivoco nacque allorché alcuni esploratori francesi chiesero a un appartenente ai Chippewa, tradizionali avversari dei Sioux, il nome della vasta stirpe che popolava quelle terre. Sioux e parlavano il dialetto lakota. I Teton avrebbero poi incarnato, nell’immaginario del mondo occidentale, l’immagine tipica dell'”indiano americano”, pur essendo stati protagonisti di una civiltà di necessità, basata sul cavallo e sulla caccia al bisonte che durò in effetti soltanto pochi decenni. Piedi Neri, da non confondere tuttavia con l’omonimo gruppo algonchino – cfr. Sono pervenute pochissime informazioni sui Sioux nei tempi precedenti all’arrivo degli europei nel continente americano. In origine probabilmente i Sioux erano agricoltori seminomadi ma ben presto si trasformarono in cacciatori nomadi, spesso al seguito delle mandrie di bisonti.

Da questo animale si ricavavano carne e pelli. Accanto alla caccia, l’attività principale degli uomini era la guerra. I Sioux sono passati alla storia per la loro grande resistenza all’invasione degli “uomini bianchi”. Le donne si occupavano dei bambini, dell’orto e soprattutto della casa e l’etica sessuale era molto rigida ed era biasimata ogni forma di violazione dei relativi codici comportamentali, anche se ampiamente praticata era la fuga prematrimoniale allorché un matrimonio era avversato dalle famiglie degli interessati. 5 metri di diametro coperta di pelli di bisonte. Il tipi era fabbricato dalla donna, portava spesso decorazioni esterne e, perfezionato nei secoli, era molto leggero e semplice da montare e smontare. Anche il tipi, come il guerriero a cavallo che caccia i bisonti, fa parte dell’immaginario creato nel mondo occidentale riguardante gli “indiani d’America”.

La “danza degli spiriti”: la danza cerimoniale dell’omonimo culto sincretico Sioux, interpretata durante il Buffalo Bill’s Wild West Show del 1894. Grande importanza veniva attribuita dai Sioux alla figura del cerchio: la disposizione del villaggio era circolare, gli anziani sedevano in cerchio durante le cerimonie, il cielo e la terra erano considerati circolari. Wakan Tanka era, è, e sempre sarà – affermano i Sioux – Egli è il Grande Mistero. Signore di tutte le cose, il Grande Spirito, il Creatore. Colui che dirige e regge l’universo. Maka, la Terra, protettrice della vita, e Inyan, la pietra, protettrice dell’autorità e del genio artistico.

Tutte queste ipostasi di Wakan Tanka sono responsabili dell’equilibrio dell’universo. Wohpe era collegata a Maka e rappresentava la figlia del Sole e della Luna, protettrice dell’amore e della pace e infine a Inyan era associato Wakinyan, il Tuono che segnala la potenza della natura. Infine gli Spiriti Imparentati: lo Spirito del Bisonte, lo Spirito dell’Orso i Quattro Venti e il Turbine. La vita Spirituale delle comunità non prevede sacerdoti o persone che si elevino rispetto agli altri, perché viene ritenuto dannoso dare in mano ad un solo uomo un potere così grande. Grande Spirito come l’interpretazione dei sogni. La Spiritualità nativa non è da considerarsi una religione, ma un modo per essere in relazione con l’Universo, “mitakuye oyasin” tutto è connesso, tutto è collegato.

Spiritualità è basata su un profondo rapporto di rispetto e armonia con gli elementi, tutti in relazione tra loro. La Pipa è l’oggetto più sacro per le nazioni delle grandi pianure ed è anche diffusa in altre aree culturali. Essa è principalmente uno strumento di preghiera, detta in lingua lakota chanupa. La più potente protezione che abbiamo contro il male è la nostra Pipa. Io uso la mia quasi ogni volta che eseguo una cerimonia. La Pipa è un dono sacro ricevuto dai Sioux e rappresenta per noi la comunanza che abbiamo con Wakan Tanka e gli Aiutanti. Fino al 1870 i Sioux praticavano numerosi rituali.