Il tempo non cancella PDF

Please forward il tempo non cancella PDF error screen to v00rrg-rpcomputer. Please forward this error screen to v00gpv-intravino.


Författare: Roberta De Falco.

Questa voce o sezione sull’argomento televisione è ritenuta da controllare. La quinta stagione della serie televisiva I Cesaroni è stata trasmessa in Italia su Canale 5 da venerdì 14 settembre a venerdì 14 dicembre 2012. Trascorso un anno, i Cesaroni tornano a casa dalle vacanze. Rudi è tornato per dimenticarsi Miriam: i tre vengono accolti da Alice che non ha sistemato casa.

Anche Marco fa ritorno, ma non vuole andare a casa e si fa ospitare qualche giorno dal suo vecchio amico Francesco, tra l’altro proprietario del bar Boombay. Ezio e Barilon sono ai ferri corti: i due decidono di sciogliere la loro attività. Ezio vuole rientrare in possesso della sua vecchia officina, che nel frattempo aveva ceduto alla vedova di Palmiro: la signora Mirella dice che l’ha appena venduta a Marco Filini, soprannominato El Ventresca, capo di una banda di bikers. Ezio chiede a Giulio e Cesare di accompagnarlo a parlare con Filini: Ezio lo sfida mettendo in palio, oltre al garage, anche la bottiglieria dei Cesaroni. Cesare ed Ezio stanno andando a casa di Giulio, dove sono attesi per cena, quando si fermano perché Ezio deve urinare: i due sono convinti di aver assistito allo sbarco degli alieni sulla Terra, senza sapere che si trattava delle riprese di una pubblicità. Ezio è talmente terrorizzato da fare delle ricerche sull’argomento e chiede a Giulio e Cesare di accompagnarlo sul posto dove è avvenuto l’avvistamento: Lucia scopre l’equivoco, ma non fa in tempo ad avvertire Giulio. Mara, una ragazza di diciassette anni, da qualche tempo ha adocchiato Giulio perché lo vede passare tutti i giorni sulla stessa strada.

Per ottenere la sua attenzione gli taglia la strada con il motorino, in modo da farsi investire: Giulio si accorge di avere l’assicurazione scaduta, così stacca a Mara un assegno da 2. Il Comune ha indetto un bando per destinare il vecchio negozio di sanitari di Barilon a un’attività culturale: Dinamo, una vecchia fiamma di Ezio, è tornata da Udine per proporre ai Cesaroni di candidarsi e aprire un Roma Club, del quale loro saranno soci onorari. Giulio ha carenza di personale di bottiglieria: Corrado, uno degli avventori, si offre di dargli una mano per qualche giorno. Giulio ed Ezio notano un’incredibile somiglianza tra Corrado e Cesare, sia a livello fisico che caratteriale: Cesare si ricorda di aver donato il seme in Svizzera e quindi Corrado potrebbe essere suo figlio. Ezio ha trovato l’unico esemplare ancora esistente di un vecchio modello di Alfa, il cui venditore si trova a Rizzica in Sicilia, e propone a Giulio e Cesare di trascorrere lì il fine settimana.

Ezio e Cesare partono pieni di pregiudizi nei confronti della Sicilia, mentre Giulio non condivide questa loro visione delle cose. Nota: l’episodio ha una durata di 90 minuti. Cesare scopre che il gruppo rap dei Flaminio Maphia ha plagiato Roma di notte, una canzone che lui, Giulio ed Ezio avevano composto da giovani con la loro band, i Gladiators. Giulio confessa di non aver mai consegnato il demo della canzone alla casa discografica perché suo padre gli chiese di non farlo, in quanto la musica li stava distraendo dal lavoro. Ezio è sempre più convinto che Lucia voglia tornare insieme a Giulio, essendosi complimentata con lui per la sua forza fisica quando l’ha aiutata a sollevare uno scaffale in libreria. Ezio propone a Giulio un piano per conquistarla: rapirla e portarla in una capanna nei boschi, dove poi lui andrà a liberarla e diventerà il suo eroe. Stefania ha buttato via un vecchio scatolone, senza sapere che conteneva la collezione di fumetti introvabili, di Ezio.

Ezio è disperato, anche perché quei fumetti hanno ispirato molte delle avventure che i Cesaroni hanno vissuto in questi anni. I fumetti sono capitati in mano a Barilon, il quale li ha venduti a un utente della Maremma toscana. Ezio sta leggendo un libro di San Firmino e, casualmente, crede che Mimmo sia un santo: in realtà, il ragazzino cerca conforto nella fede perché Matilde gli ha detto di non amarlo più. Ezio e Cesare portano Mimmo in un convento, dove il loro comportamento non passa certo inosservato tra i preti. Ricky, un pugile che vent’anni fa è stato sconfitto da Giulio, gli chiede una rivincita perché crede di essere più forte di lui. Giulio non sa che quell’incontro era stato truccato da Ezio e Cesare, i quali avevano dopato Ricky versandogli del sonnifero nel beverone. Ezio e Cesare confidano il misfatto a Ricky, facendolo andare su tutte le furie: il pugile decide di trasformare l’incontro amichevole in un vero e proprio evento che coinvolge i loro quartieri.

Lucia e Alice tornano a vivere in casa Cesaroni: tutti le accolgono bene, tranne Mimmo che prova rancore nei confronti di Lucia perché se ne è andata e adesso fa ritorno come se nulla fosse successo. Mimmo aveva programmato di trascorrere il Natale in Sicilia con Andy, ma Giulio vuole che resti in famiglia e gli chiede di comprare un bellissimo albero per Lucia. Giulio è andato al catasto, dove ha scoperto che casa sua è stata intestata dal padre per una minima parte al cugino Flavio, che da anni vive a Milano: Giulio ha bisogno di una sua firma alla cessione del diritto di proprietà dell’intera abitazione a lui. Il problema è che Flavio ha rotto ogni legame con i parenti di Roma, essendosi trasferito per gli scherzi che ha dovuto subire da loro quando erano giovani.