Interesse dell’impresa e prestazione lavorativa PDF

Questa voce o sezione sull’argomento interesse dell’impresa e prestazione lavorativa PDF ha un’ottica geopolitica limitata. Contribuisci ad ampliarla o proponi le modifiche in discussione. Questa voce o sezione sull’argomento diritto del lavoro non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti.


Författare: Paolo Pizzuti.

Lo stesso argomento in dettaglio: Patto di prova. L’obbligazione di lavorare è elemento essenziale del rapporto di lavoro. Lo stesso argomento in dettaglio: Mansioni. Spetta al datore di lavoro il potere di servirsi, a seconda dei periodi, di una determinata mansione tra quelle previste al momento dell’assunzione, ricomprese in una “qualifica” di individuazione sindacale. Lo stesso argomento in dettaglio: Orario di lavoro. Il contratto di lavoro subordinato è un contratto di durata che, pertanto, prevede l’adempimento di obbligazioni continuative da adempiere nel tempo. L’orario di lavoro è disciplinato solitamente dalla contrattazione collettiva, nonostante l’art.

36 della Costituzione ponga dei limiti dell’orario di lavoro da stabilire con legge. La legge più recente è il d. Il ricorso al lavoro straordinario è consentito nei limiti della disciplina sindacale e, ove manchi, soltanto col consenso del lavoratore per un massimo annuale di 250 ore. Il lavoro straordinario deve essere necessariamente retribuito con una maggiorazione del salario prevista dai contratti collettivi, sostituibile o integrabile soltanto da riposi aggiuntivi. Lo stesso argomento in dettaglio: Ferie. Ogni lavoratore ha diritto ad un riposo giornaliero di almeno 11 ore consecutive. Il lavoratore ha inoltre diritto a pause di non meno di 10 minuti durante l’attività lavorativa per occupazioni che richiedono più di 6 ore di lavoro.

Il riposo settimanale deve essere concesso ogni 7 giorni, durare almeno 24 ore consecutive e in coincidenza con la domenica. Tale concetto ha origini remote ed è stato formato in seno alle tradizioni cristiane in cui la domenica era il giorno dedicato alla preghiera. In caso di violazione, da parte del lavoratore, dei doveri di osservanza e diligenza richiesti nella sua attività lavorativa, del dovere di fedeltà e a causa di ogni inadempimento relativo all’obbligazione lavorativa, il datore di lavoro può predisporre di un potere disciplinare. L’esercizio di questo potere è condizionato dall’adozione, all’interno dell’azienda, di un codice disciplinare aziendale, con le infrazioni ben evidenziate e ad ogni infrazione la relativa sanzione. Tale documento va portato a conoscenza dei lavoratori. La multa non può essere superiore a quattro ore di retribuzione e la sospensione dal lavoro a dieci giorni.