L’isola dei cassintegrati PDF

Alessandro Cecioni, ed è madre di quattro figli. Nel 2001 ha pubblicato L’isola dei cassintegrati PDF lavate questo sangue, diario dei fatti del G8 di Genova, e un racconto per la rivista letteraria di Adelphi. Il 25 aprile 2010 è stata insignita del Premio Renato Benedetto Fabrizi.


Författare: Tino Tellini.

L’isola dei cassintegrati” racconta la storia di una straordinaria lotta operaia del nuovo millennio. Una vicenda nella quale, prima di tutto, ogni forma di protesta violenta è stata messa da parte per lasciare il posto all’utilizzo spregiudicato, efficace, creativo e competente di tutti i mezzi di comunicazione di massa, dai giornali alla tv, fino ai social network. Da ogni pagina di questo libro emerge l’incredibile forza d’animo degli operai della Vinyls e dei loro colleghi dell’Eurocoop di Porto Torres, “autoreclusi” nell’ex carcere di massima di sicurezza dell’Asinara per difendere il proprio posto di lavoro. Una straordinaria impresa fatta di dignità, tenacia, intelligenza e passione. “Pensateci un attimo: gli operai, privati del loro lavoro, che si autorecludono per protesta. E che contemporaneamente fanno la parodia al più noto dei format televisivi: l’isola dei cassintegrati contro l’isola dei famosi, il reale contro il futile, la verità che riprende il sopravvento sulla virtualità… Ho una certezza: in America su una storia così ci avrebbero già girato un film. E avrebbero fatto bene. Perché chiunque legga questo libro di Tino Te Mini o si appassioni alla storia dell’isola dei cassintegrati, non può non restare incantato dal ritmo incalzante del racconto, dalla successione drammatica degli eventi, dal tono antiretorico, da uno spirito di commedia che aleggia in queste pagine e che poi, a tratti, si fa improvvisamente dramma”. (Dall’introduzione di Luca Telese)

L’anno successivo pubblica il saggio Così è la vita. Nel settembre 2018 debutta come conduttrice radiofonica con il programma Cactus, basta poca acqua su Radio Capital. Concita De Gregorio, Non lavate questo sangue. Concita De Gregorio, Una madre lo sa. Concita De Gregorio, Un paese senza tempo.

Concita De Gregorio, Così è la vita. Concita De Gregorio, Un giorno sull’isola. Concita De Gregorio, Nicla Vassallo, Donne e oppressioni tra Occidente, Oriente, Islam. 2, Bologna, Il Mulino, gennaio 2011, pp. URL consultato il 21 ottobre 2011. Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 15 dic 2018 alle 16:04.

Vedi le condizioni d’uso per i dettagli. Il molo di Cala Reale, sull’isola dell’Asinara. L’isola ha carattere prevalentemente collinare, con punte che arrivano a 408 m, come Punta della Scomunica nella parte settentrionale dell’isola, altri rilievi si stagliano nella parte meridionale, col picco massimo della punta Maestra di Fornelli, 265 m. Lo stesso argomento in dettaglio: Santuario per i mammiferi marini e Parco nazionale dell’Asinara.