La Fiducia Nella Democrazia PDF

Rapporto annuale sugli atteggiamenti degli italiani nei confronti delle istituzioni e della politica, realizzato su incarico del Gruppo L’La Fiducia Nella Democrazia PDF. Periodo 10 – 14 dicembre 2018. L’indagine è stata diretta, in tutte le sue fasi, da Ilvo Diamanti. Luigi Ceccarini, Fabio Bordignon, Martina Di Pierdomenico, Ludovico Gardani, Natascia Porcellato e Alice Securo hanno curato la parte metodologica, organizzativa e l’analisi dei dati.


Författare: Fabrizio Elefante.

I dati sono arrotondati all’unità e questo può portare ad avere un totale diverso da 100. Il nostro sistema politico non si propone di imitare le leggi di altri popoli: noi non copiamo nessuno, piuttosto siamo noi a costituire un modello per gli altri. Si chiama democrazia, poiché nell’amministrare si qualifica non rispetto ai pochi, ma alla maggioranza. La democrazia ateniese è la prima forma di governo democratico attestata nella storia.

Imitato da altre città, il sistema ateniese prevedeva che un limitato numero di cittadini, adulti e di sesso maschile, dai 30. Il politico democratico più influente fu, tuttavia, Pericle, con cui la democrazia raggiunse la sua forma più compiuta. Dopo la sua morte, la democrazia ateniese fu interrotta due volte da brevi parentesi oligarchiche, verso la fine della guerra del Peloponneso. Erodoto, la cui opera è datata tra il 440 ed il 430 a.

Alicarnasso abbia ripreso un termine già in uso in precedenza. Atene, naturalmente, non fu l’unica polis nella Grecia antica ad istituire un regime democratico: lo stesso Aristotele, infatti, citò diverse altre città ma solo con riferimento ad Atene si possono riscontrare alcuni specifici eventi che, nel corso del VI secolo, hanno portato alla istituzione della democrazia. Prima del primo tentativo di governo democratico, Atene era governata da una serie di arconti o sommi magistrati, e dall’Areopago, composto da ex-arconti i quali, generalmente, erano espressione del ceto aristocratico. Pertanto, nel VI secolo, gli ateniesi, indeboliti dalla lotta tra le diverse fazioni ed esasperati dalla protervia dell’aristocrazia, chiamarono al potere Solone, all’epoca arconte, affinché garantisse un compromesso.

In ogni caso, mediando tra le opposte fazioni, Solone riuscì ad assorbire l’aristocrazia tradizionale all’interno della cittadinanza che, composta da soggetti dotati di determinati requisiti di censo, poteva partecipare alle riunioni dell’assemblea ed essere selezionato come arconte. Dopo Solone, tuttavia, ripresero le lotte tra aristocrazia e classi medie ed il regime democratico fu rovesciato dalla tirannide di Pisistrato e dei suoi figli, Ippia ed Ipparco. Sebbene le stime della popolazione di Atene varino a seconda delle fonti, è assai probabile che nel corso del V secolo a. Pericle, l’Attica ospitasse una popolazione di 250. 000 persone: di queste, solo 100.