La gestione del brand PDF

Business Management Software for Narrow Web Printers Robust The robust yet affordable Business Management Software scalable to your company size. Industry specific All modules are part of an integrated workflow for this niche market. Satisfied customers are la gestione del brand PDF best publicity. Check out what our customers have to say.


Författare: Bruno Busacca.

Da cosa dipende la brand equity? Qual è il percorso sottostante alla generazione e allo sviluppo del valore della marca, nella prospettiva del consumatore? Quali sono le decisioni manageriali più critiche per la gestione e la misurazione di tale valore? Il libro risponde a queste domande con un linguaggio chiaro e un percorso analitico rigoroso, integrato da esempi reali e continui riferimenti alla realtà operativa. Il testo si conclude affrontando due temi di rilevanza centrale ai fini del sistematico accrescimento del valore della marca: il brand management in diversi contesti geografici e segmenti di mercato e il sistema di misurazione della brand equity.

Worldwide presence Cerm operates on 3 continents. Headquartered in Belgium and locally serviced by senior consultants. End-to-end solution Cerm has teamed up with industry partners to develop an end-to-end solution, covering the entire value chain. Customer Support Organised to serve you on site as well as remotely, using latest technology to assist you with your needs. Cerm is a global solution provider in Business Management and Automation Software for both traditional and digital narrow web label printers. Cerm offers a complete solution for this nichemarket. Proud to announce that we succeeded to be nominated for 5th time as Trends Gazelle!

2014 – 2016 – 2017 – 2018 – 2019, which means we are one of the fastest growing companies in our region for the 4th year in a row! L’attività di gestione del marchio si occupa soprattutto dell’assemblaggio e del mantenimento di un mix di valori, sia tangibili che intangibili, che siano rilevanti per i consumatori e che distinguano significativamente e in maniera appropriata la marca di un produttore da quella di un altro. Gamble come risultato di un famoso promemoria di Neil H. Sono definite marche di primo piano quelle che si adattano particolarmente bene all’ambiente e che perciò sopravvivono e prosperano. Esse possono riguardare sia merci che servizi, riportando in modo generico il nome dell’impresa oppure essendo correlate ad uno specifico prodotto. L’elemento che le accomuna è quello di riguardare prodotti con prezzi competitivi, i quali offrono ai consumatori un buon livello qualitativo. Una giusta gestione del marchio genera un aumento delle vendite, rendendo il prodotto più appetibile rispetto a quelli della concorrenza.

Il patrimonio di marca è determinato dall’extra profitto che genera per l’impresa grazie all’utilizzo del marchio. La storia della creazione e dello sfruttamento delle marche commerciali può essere ricostruita risalendo nel tempo fino a molti secoli prima che il termine venisse usato nel suo moderno significato: già ai tempi dei Greci e dei Romani esistevano diversi modi per promuovere merci e manufatti. Grande parte delle prime forme di marketing e di pubblicità erano dunque strutturate su base strettamente personale, e mettevano sullo stesso piano d’importanza il nome di un individuo e il prodotto o servizio da questi offerto. Lo sviluppo moderno di questo fenomeno può essere rinvenuto nell’apposizione del nome del negoziante sull’entrata del proprio negozio. Nei tempi antichi i negozi furono rapidi nell’escogitare un buon metodo per far propaganda alle proprie merci: l’uso di figure. Nell’epoca classica tutto ciò era indispensabile perché la quasi totalità degli acquirenti potenziali era analfabeta, e sarebbe stata in grado di riconoscere un particolare prodotto solo attraverso le figure. La creazione di marche commerciali in maniera moderna, attraverso l’uso di nomi particolari e non generici, ha le proprie origini nel diciannovesimo secolo.