La psicoanalisi. Studi italiani internazionali del campo freudiano. Rivista italiana della scuola europea di psicoanalisi Vol. 16 PDF

Questa voce o sezione sull’argomento psicologia non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. Nel seguente testo sull’argomento psicologia è presente una sospetta violazione la psicoanalisi. Studi italiani internazionali del campo freudiano. Rivista italiana della scuola europea di psicoanalisi Vol. 16 PDF copyright. L’insegnamento di Jacques Lacan ha avuto nella parola il suo canale privilegiato.


Författare: .

Il presente testo contiene interventi di: Antonio Di Ciaccia; Jacques Lacan; Serge Cottet; ERic Laurent; François Leguil; Roseline Coridian; Marie-Hélène Brousse; Pierre Naveau; Philippe La Sagna; Marc Strauss; Claire Harmand; Isabelle Morin; Marie-Jean Sauret; Sophie Bialek; Esthela Solano-Suarez; Jacques-Alain Miller; Manuel Kizer; Joan Salinas Rosés; Jacques-Alain Miller.

79 egli svolse un seminario periodico, di solito quindicinale: ininterrottamente, benché non nella medesima sede e non nel medesimo contesto. Negli anni settanta Jacques-Alain Miller propose a Lacan di redigere e dare alle stampe l’intero corpus del suo Seminario, partendo dalle copie stenografate esistenti in circolazione. Lacan accettò, nominando Jacques-Alain Miller coautore dell’opera. Freudienne de Paris sulla rivista Ornicar?

Ma il Seminario, anche se ne costituisce la parte preponderante, non esaurisce la vastità e la complessità di questo insegnamento. Bisogna aggiungere infatti, oltre ad alcuni testi da lui direttamente composti, innumerevoli conferenze, comunicazioni, discorsi, relazioni e rapporti pronunciati in occasione delle più svariate circostanze ufficiali come congressi, colloqui e raduni istituzionali, o informali come riunioni e inviti. Gran parte di questi testi risultano da trascrizioni successive alla loro enunciazione, per quanto Lacan fosse solito prepararne una traccia più o meno elaborata. Alcuni testi invece erano composti direttamente da Lacan, soprattutto se commissionati appositamente per comparire su riviste o enciclopedie. Negli anni 1960 l’editore François Wahl propose a Lacan di raccogliere i suoi testi più importanti in un’opera unica, che enucleasse i capisaldi e testimoniasse delle tappe salienti della sua ricerca. Lacan accettò l’invito e fu così che nel 1966 videro la luce gli “Scritti”.