La psicoterapia. Cura e guarigione della malattia mentale PDF

Della psicoterapia si potrebbe dire quanto si dice della psicologia stessa: ha una storia breve, ma un passato antico. La psicoterapia psicodinamica europea incontra il funzionalismo statunitense nel celebre convegno della Clark University del 1909. La psicoterapia. Cura e guarigione della malattia mentale PDF una prima fase, le modalità di cura sono strettamente legate a istanze di tipo mitico-religioso.


Författare: Giorgia Bilardi.

Cos’è questa misteriosa ‘cura con le parole’, chiamata psicoterapia, che permette a un estraneo di scandagliare le dimensioni più intime e nebulose di un ‘paziente’? A chi serve? Quanto dura? E come si fa a scegliere lo psicoterapeuta? Sono molte le persone a porsi queste domande, indecise se intraprendere una psicoterapia o no. Questo libro racconta cosa è e come è nata la psicoterapia, quando è necessaria, cosa succede durante una seduta individuale o di gruppo, quali sono gli strumenti del terapeuta. Chiarisce che non si va in psicoterapia per essere consolati o consigliati, ma per risolvere dei problemi, facendo un lavoro profondo sul proprio mondo interno, che spesso si nasconde alla coscienza, sui sogni e sugli affetti. Si parte per un viaggio a volte faticoso, sempre affascinante, con un altro essere umano capace, per preparazione e interesse, di affrontare e di curare il malessere di chi si rivolge a lui.

Il Sacro è il paradigma fondante della Physis, e quindi sia la patologia che la possibilità di risolverla vengono ricondotte, simbolicamente, a tale categoria. Si diffondono così in tutta la Grecia i templi di Esculapio, figlio di Apollo e Coronide e semidio tutelare della Medicina. Teatro Attico e della Tragedia nella Grecia classica. Un’ulteriore evoluzione del pensiero greco su queste tematiche si ha con Anassagora, che, per certi aspetti, propone una piccola “rivoluzione epistemologica” nell’agire terapeutico.

Non si “agisce una rappresentazione in un teatro”, non si “condivide l’interpretazione dei significati di un sogno”: si discute, didascalicamente, delle condizioni logiche per costituire un logos coerente sugli eventi umani. Si tratta di una transizione epistemologica ed antropologica fondamentale, un mutamento di paradigma, che criterierà di sé tutte le successive evoluzioni della “cura psichica”. I Sofisti, Antifonte per primo, rappresenteranno la massima espressione di tale movimento logico-dialettico nella cura delle afflizioni emotive. Medicina Ippocratica, prima vera scuola medica strutturata dell’antichità. Se una riflessione sui “precursori concettuali” dell’Inconscio si sviluppa fin dall’antichità, è però con l’età moderna e l’emergere delle prime teorie della mente che si pone la possibilità di concettualizzare l’esistenza di un’istanza inconscia. Francia, in Inghilterra sotto l’influsso dei filantropi Quaccheri, in Italia sotto l’impulso della lezione di Vincenzo Chiarugi, etc.

Bernheim, progressivamente iniziò ad utilizzare sempre meno la metodica ipnotica, osservando come gli effetti che si ottenevano con l’ipnosi potevano essere ottenuti anche con una forma di suggestione diretta durante lo stato vigile. Il procedimento di suggestione vigile iniziò quindi ad essere chiamato da Bernheim psicoterapia. Questa linea di ricerca era destinata, in anni successivi, a saldarsi in parte con quella al contempo in via di articolazione da parte di Charcot alla Salpètriere. Molti degli stimoli raccolti nel viaggio francese si riveleranno fecondi per le prime concettualizzazioni freudiane in merito all’esistenza ed ai principi di funzionamento di un livello psichico scarsamente accessibile alla coscienza, ma che non di meno riveste un ruolo fondamentale nell’articolazione della vita psichica individuale. Il motivo della fattiva coesistenza di diversi approcci psicoterapeutici deriva in primo luogo dalla coesistenza dei differenti paradigmi psicologici sottostanti, spesso con diversi presupposti epistemologici e metateorici.

Nel corso del Novecento, al fiorire delle diverse scuole psicologiche corrispose, soprattutto a partire dalla seconda metà del secolo, una notevole articolazione di relativi modelli psicoterapeutici. Nel corso del primo Novecento, la pratica della psicoterapia inizia a strutturarsi ed a diffondersi a livello internazionale. In Europa, l’approccio psicoanalitico acquisisce lo status di paradigma psicoterapeutico grazie all’opera di Sigmund Freud e di tutto il primo movimento psicoanalitico. Nel corso della Prima guerra mondiale, gli psichiatri militari dei vari schieramenti si trovarono nella necessità di dover improvvisare forme di “terapia rapida” per trattare in poco tempo i militari traumatizzati, che dovevano essere rimessi in condizione di tornare rapidamente al fronte. Con la Seconda guerra mondiale i modelli di “intervento breve” focalizzato sui sintomi, sviluppati molto embrionalmente durante la Prima guerra mondiale, vennero ripresi ed ampliati ancora una volta dagli psichiatri militari. Anche se con gli anni ’50 iniziarono ad essere disponibili i primi psicofarmaci, la diffusione della psicoterapia in tutto il mondo continuò a crescere sempre più.

Il notevole incremento del numero degli psicologi professionisti, reso possibile e stimolato dagli ingenti finanziamenti governativi statunitensi durante la Seconda guerra mondiale, e la crescente popolarità della psicologia presso il grande pubblico. Terapia Sistemica e del Costruttivismo, che originano da differenti matrici concettuali ed epistemologiche. La Terapia Sistemica, o Terapia Sistemico-relazionale, è fortemente influenzata dalla Teoria dei sistemi, dalla Cibernetica e dalla Pragmatica della comunicazione. Per quanto riguarda le psicoterapie psicodinamiche, dagli anni ’70 in poi si è registrato un notevole rinnovamento dei modelli teorico-clinici di riferimento, che dagli originali modelli pulsionalisti e della Psicologia dell’Io è andata evolvendosi ed articolandosi. A partire dagli anni ’80, tre trend hanno iniziato a caratterizzare la scena internazionale della psicoterapia. Una certa tendenza all’eclettismo teorico-clinico, con un criterio pragmatico, con il quale nella pratica clinica vengono fattivamente integrate diverse tecniche di intervento tratte da differenti modelli teorici. Il tema è in realtà assai discusso.

Storia della psicoterapia: un secolo di cambiamenti, Roma, Ma. Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 29 lug 2018 alle 08:32. Vedi le condizioni d’uso per i dettagli. L’infiammazione intestinale provoca una facile ed immediata infiammazione alle prime vie respiratorie e quindi se mal currata scende nei bronchi provocando una restrizione dei canali di passaggio dell’aria sia in entrata che in uscita. Gli attacchi d’asma possono durare da pochi minuti a diversi giorni e possono rivelarsi molto pericolosi se il flusso d’aria diminuisce drasticamente. Fumo di sigaretta e inquinamento domestico e ambientale sono i principali fattori di rischio di BPCO. La notizia fu trasmessa per radio negli USA, per la prima volta il 5 Giugno 1995 dal Paul Harvey News.