Le dinamiche degli assortimenti commerciali PDF

Questa voce o sezione sull’argomento botanica non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. La selvicoltura ha origine antica e le tecniche che propone hanno subito nel tempo numerose trasformazioni. Ad oggi si assiste in generale a una le dinamiche degli assortimenti commerciali PDF di applicazione selvicolturale rigorosa e a una maggior tendenza naturalistica, ovvero di assecondare tramite la selvicoltura il dinamismo naturale della vegetazione.


Författare: Daniele Fornari.

Rinnovazione naturale, biodiversità, sostenibilità e multifunzionalità sono tematiche assai moderne oggi che hanno portato a una maggior considerazione della selvicoltura cosiddetta naturalistica. La selvicoltura in senso stretto viene di solito distinta in selvicoltura generale ed in selvicoltura speciale. La selvicoltura generale studia le relazioni intercorrenti tra il bosco e l’ambiente in cui esso vive, l’evoluzione della foresta, le modalità di impianto, la rinnovazione del bosco e la utilizzazione del soprassuolo maturo. Nella selvicoltura speciale si studiano le esigenze ecologiche e le tecniche colturali delle singole specie arboree forestali.

La selvicoltura va inoltre distinta dall’arboricoltura da legno, che si occupa delle piantagioni arboree industriali per fini commerciali. Questa sezione sull’argomento botanica è solo un abbozzo. Contribuisci a migliorarla secondo le convenzioni di Wikipedia. Importante dal punto di vista selvicolturale in quanto influenza la scelte gestionali. Per selvicoltura naturalistica si intende quella serie di interventi colturali che favoriscono le dinamiche naturali del bosco. In particolare, selvicoltura naturalistica significa elasticità nell’uso delle tecniche colturali, in modo da rivolgersi caso per caso alle situazioni da gestire.

Il primo grande teorico di questa selvicoltura è stato il tedesco Karl Gayer, che in un trattato del 1878 sottolinea l’importanza della stabilità del bosco e la diversità delle caratteristiche dello stesso, tali da comportare elasticità di trattamenti. Oggi tutti questi fattori, e la sempre più sensibile vocazione alla naturalità dell’ambiente sostenuta dall’opinione pubblica hanno posto le basi per la selvicoltura naturalistica. La ceduazione deve avvenire inoltre prima della perdita di capacità pollonifera per senilità, nel rispetto delle condizioni stazionali e delle prescrizioni di massima. Aghifoglie: Abete Abies: Abete bianco Abies alba Mill. Pino Pinus: Pino cembro o Cirmolo Pinus cembra L.

Pino di Villetta Barrea Pinus nigra Arn. Pino laricio di Calabria Pinus nigra Arn. Pino laricio di Corsica Pinus nigra Arn. Pino nero d’Austria Pinus nigra Arn. Latifoglie: Acero Acer: Acero campestre, Testucchio, Loppo o Oppio Acer campestre L. Acero di monte Acer pseudoplatanus L.

Carpino Carpinus: Carpino bianco Carpinus betulus L. Frassino Fraxinus Frassino maggiore Fraxinus excelsior L. Frassino minore, Orniello o Ornello Fraxinus ornus L. Ontano Alnus Ontano bianco Alnus incana Vill. Pioppo Populus: Pioppo bianco Populus alba L. Quercia Quercus: Cerro Quercus cerris L.

Farnia, Ischia o Quercia gentile Quercus robur L. Termine spesso usato nel linguaggio del diritto italiano. Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 27 nov 2018 alle 14:10. Vedi le condizioni d’uso per i dettagli. Fantavending e finalmente possiamo dare ai lettori una risposta: 424,38 milioni di euro.