Le ferite originali PDF

4ª fila: Il Volo American Airlines 77 ripreso da una telecamera di sicurezza mentre si schianta sul Le ferite originali PDF. La mattina di martedì 11 settembre 2001 diciannove affiliati all’organizzazione terroristica di matrice fondamentalista islamica al-Qāʿida dirottarono quattro voli civili commerciali.


Författare: Eleonora C. Caruso.

Gli attacchi ebbero grandi conseguenze a livello mondiale: gli Stati Uniti d’America risposero dichiarando la “guerra al terrorismo” e attaccando l’Afghanistan controllato dai talebani, accusati di aver volontariamente ospitato i terroristi. I danni subiti dal Pentagono furono riparati un anno dopo e sul luogo fu eretto un piccolo monumento commemorativo. La ricostruzione del World Trade Center è invece stata più problematica, a seguito di controversie sorte riguardo ai possibili progetti e sui tempi necessari al loro completamento e adesso vi sono due fontane al posto delle fondamenta delle Torri. Lo stesso argomento in dettaglio: Cronologia degli attentati dell’11 settembre 2001.

Sul volo United Airlines 93 le registrazioni della scatola nera hanno rivelato che l’equipaggio e i passeggeri tentarono di sottrarre il controllo dell’aereo ai dirottatori dopo aver saputo, per via telefonica, che quella mattina altri aerei dirottati erano stati mandati a schiantare contro degli edifici. Tre edifici del complesso del World Trade Center collassarono a causa di danni strutturali, quel giorno. Il National Institute of Standards and Technology promosse delle investigazioni sulle cause del collasso dei tre edifici, successivamente allargando le indagini sulle misure per la prevenzione del collasso progressivo, chiedendosi ad esempio se la progettazione aveva previsto la resistenza agli incendi e se era stato effettuato un rafforzamento delle strutture in acciaio. Poco dopo aver annunciato per la prima volta l’incidente del Pentagono, la CNN e altre emittenti raccontarono anche che un incendio era scoppiato al National Mall di Washington. Lo stesso argomento in dettaglio: vittime degli attentati dell’11 settembre 2001. Le vittime tra i soccorritori furono 411.

101-105 del WTC 1, perse 658 impiegati, più di qualunque altra azienda. 10 000 frammenti di ossa e tessuti non identificati, che non possono essere collegati alla lista dei decessi. Nella contea di Arlington, una porzione del Pentagono fu gravemente danneggiata dall’impatto e dal successivo incendio, e una sezione dell’edificio crollò. Successivamente agli attacchi alle Torri gemelle, il New York City Fire Department inviò rapidamente sul sito 200 unità, pari a metà dell’organico del dipartimento, che furono aiutati da numerosi pompieri fuori-servizio e da personale dei pronto soccorso. Lo stesso argomento in dettaglio: dirottatori degli attentati dell’11 settembre 2001 e ventesimo dirottatore. Lo stesso argomento in dettaglio: al-Qāʿida.

Sotto l’influenza di Ayman al-Zawahiri, bin Laden assunse posizioni più radicali. L’idea degli attacchi dell’11 settembre fu formulata da Khalid Shaykh Muhammad, che per primo la presentò a Osama bin Laden nel 1996. Quindici dirottatori provenivano dall’Arabia Saudita, due dagli Emirati Arabi Uniti, uno dall’Egitto e uno dal Libano. Il 27 settembre 2001, l’FBI rese pubbliche le foto dei diciannove dirottatori, assieme alle informazioni sulle possibili nazionalità e nomi falsi di molti.