Le isole della salvezza PDF

Il successo dell’Esercito le isole della salvezza PDF Salvezza è dovuto principalmente alla sua originalità. L’organizzazione, la disciplina, la mobilitazione e lo spirito di corpo, tipici di una struttura militare, si rivelarono caratteristiche ideali per il tipo di opera alla quale William Booth ed i suoi primi collaboratori si sentivano chiamati, ovvero “salvare anime”. William Booth non aveva nessuna intenzione di fondare una nuova forma ecclesiale: voleva che le persone, una volta libere dall’indigenza, tornassero a frequentare le loro comunità.


Författare: Luca Canali.

Ma dopo alcuni rifiuti al ritorno alle rispettive comunità, sia per volontà sia per timore di non esservi bene accolti, Booth capì che l’Esercito della Salvezza, pur restando di ispirazione cristiana, necessitava di diventare un movimento stabile, con ordini e regolamenti identici per tutti i salutisti del mondo. Nel 1887 l’Esercito della Salvezza arrivò in Italia. 1939, e culminò con la chiusura dell’Opera nel 1940. Nel 1944, a seguito dell’avanzata delle truppe alleate, riaprirono tutte le comunità del centro-sud, sino a Firenze. A livello mondiale, l’Esercito della Salvezza è arrivato nel 2011 ad essere operante in 121 stati, nelle quali continuano ad essere vissute ed applicate le stesse metafore militari in uso ai tempi del Fondatore.

Per far parte dell’EdS bisogna essere cristiani, aver accettato Gesù Cristo come personale Salvatore e Signore, accettare le dottrine del movimento. Nessuno è pagato, tranne i dipendenti e gli ufficiali. I soldati utilizzano il proprio tempo libero per aiutare l’organizzazione nella sua missione. Nel 1917, cinque anni dopo la morte del fondatore dell’Esercito della Salvezza William Booth, suo figlio, il generale Bramwell Booth, inaugurò l’Ordine del Fondatore per riconoscere salutisti che avevano prestato servizio distinguendosi per meriti eccezionali. L’onorificenza viene assegnata raramente, poiché ogni nomina viene attentamente esaminata da una giuria di dirigenti.

Il 13 luglio 1960 il colonnello dell’Esercito della Salvezza Barbara Moore con passo da maratona attraversa a piedi l’America. L’Esercito della Salvezza ha mantenuto sin dagli albori della sua fondazione una intransigenza dei costumi propria del puritanesimo e del metodismo. Esercito un movimento ecclesiale poco gradito a confessioni più aperte, anche se evangeliche o protestanti. Le sale da culto sono presenti in tutte le città dove è presente l’Esercito della Salvezza in Italia e un culto è organizzato ogni domenica mattina dagli ufficiali con i soldati, così come altre attività svolte nell’apposita sala. Non si deve pensare che l’Esercito svolga funzioni liturgiche simili alle messe cattoliche romane o protestanti.

Nel mondo l’EdS gestisce ospedali, scuole primarie, accademie teologiche, dormitori per senzatetto, mense economiche e luoghi di aggregazione culturali. Nel mondo l’EdS ha stabilito moltissimi centri vacanze economici e ostelli della gioventu’. In Italia, a Bobbio Pellice e ad Ischia si trovano dei Centri Vacanze aperti a tutti. La confessione di fede dell’Esercito della Salvezza, con la sua enfasi sulla certezza interiore della Salvezza, rivela chiaramente le origini metodiste di questo movimento. Gli articoli sono estratti dalle credenze di base del Cristianesimo, senza obblighi confessionali.