Liberaci dal male PDF

La lettera di Ratzinger, la foto “ritoccata” e il paragrafo omesso Joseph Ratzinger e la lettera sulla teologia di Bergoglio. Liberaci dal male PDF’annuncio di una lettera elogiativa di Joseph Ratzinger nei confronti della teologia di Papa Francesco alle notizie riportate in questi giorni. Come vi abbiamo raccontato in questi giorni, Benedetto XVI ha sì scritto dell’esistenza di un doppio “stolto pregiudizio” riguardante la natura unicamente pragmatica di Bergoglio e quella solamente teoretica di se stesso, ma ha anche dichiarato di non essere in grado, per motivi di salute e per impegni pregressi, di leggere i testi che gli sono stati recapitati e quindi di scriverne.


Författare: Lagazzi Marco e D’Amaro Armando.

Tuttavia – ha sottolineato il papa Emerito nella missiva – non mi sento di scrivere su di essi una breve e densa pagina teologica perché in tutta la mia vita è sempre stato chiaro che avrei scritto e mi sarei espresso soltanto su libri che avevo anche veramente letto”. E ancora: “Purtroppo, anche solo per ragioni fisiche, non sono in grado di leggere gli undici volumetti nel prossimo futuro, tanto più che mi attendono altri impegni che ho già assunti”. Il teologo tedesco ha quindi comunicato di non aver letto gli undici “piccoli volumi” che “mostrano a ragione che Papa Francesco è un uomo di profonda formazione filosofica e teologica e aiutano perciò a vedere la continuità interiore tra i due pontificati, pur con tutte le differenze di stile e di temperamento”. Nella tarda serata di ieri, però, è emersa un’ulteriore novità: la foto della lettera di Ratzinger sarebbe stata ritoccata. Nella fotografia della lettera che è stata diffusa, come riporta anche La Stampa, le righe poste alla fine, cioè quelle relative alla parte “omessa”, risultano essere sfuocate.

C’è da dire, in ogni caso, che monsignor Dario Viganò, che è il Prefetto della segreteria per la Comunicazione, durante l’incontro svoltosi lo scorso 12 marzo, ha letto per intero il testo inviatogli dal papa Emerito. L’intera vicenda è riassumibile così: Benedetto XVI riceve undici volumi della collana su La teologia di Papa Francesco. Declina l’invito a introdurre la pubblicazione attraverso un suo scritto perché impossibilitato. La lettera, che è datata 7 febbraio, viene letta in prossimità del quinto anniversario del pontificato di Jorge Mario Bergoglio, cioè il 12 marzo. La precisazione del Vaticano”Nessuno ha voluto nascondere o manipolare nulla”, ha precisato oggi il Vaticano. Lasciate in pace Benedetto,il vero papa. Papa Ratzinger non legge l’opera principare che riassume la teologia di Bergoglio, perchè ha altri impegni e gli difettano le forze?

In modo elegante ha detto che nel poco tempo che gli rimane vuole fare e leggere cose più utili ed interesssanti, piuttosto che perdere tempo in insulsaggini piene di errori e strafalcioni teologici insopportabili. Era quello che sospettavo: vescovume viscodo. Ma che fine sta facendo la Chiesa Cattolica? A chi giova la sua trasformazione in onlus di tipo sorosiano, taroccando anche le informazioni? Il suo compito non sarebbe quello di insegnarci la “via della salvezza eterna”? Ma che tristezza per chi ci ha creduto!

Bergoglio vuole imporsi a ogni costo. Le mezze verità non sono verità, perchè possono falsificare completamente il concetto di un pensiero, anche una sola parola omessa o modificata lo può fare. ELVISSSOED ANCHE, E SOPRATTUTTO, L’UNICO VERO FRANCESCO, IL PROTETTORE DI QUESTA POVERA TERRA, MARTORIATA E SVILITA OGGI, FORSE PIU’ CHE AI TEMPI DEL SANTO. Tutto ciò che Bergoglio tocca finisce per infettarsi.