Mario Delpini. La vita, le idee e le parole del nuovo arcivescovo di Milano PDF

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorare l’esperienza di navigazione. Mario Delpini. La vita, le idee e le parole del nuovo arcivescovo di Milano PDF ad usufruire di questo sito, l’utente acconsente ed accetta l’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookie policy. Un calendario ricco di storia, arte e cultura che contiene anche alcune anticipazioni per il 2020.


Författare: Paolo Rodari.

Da vescovo ausiliare ad arcivescovo di Milano. Chi è Mario Delpini? Papa Francesco lo ha scelto per essere il pastore della diocesi ambrosiana dopo i cardinali Martini, Tettamanzi e Scola, di cui è stato stretto collaboratore. Una nomina che ha colto molti di sorpresa, ma in linea con le ultime scelte del pontefice: figura non ascrivibile a nessuna cordata, sacerdote dedito alle famiglie e agli ultimi, vescovo mite e lontano dall’identikit del manager. Classe 1951, uomo dal temperamento cordiale, ottimo rapporto con i fedeli, Delpini è stato segretario della Conferenza episcopale lombarda e si è occupato a lungo di formazione del clero, ma negli anni si è rivelato anche un acuto osservatore del mondo che gravita attorno al campanile parrocchiale, alla canonica, all’oratorio con tutti i suoi attori e comprimari: giovani, anziani, poveri, volontari, catechiste, devoti zelanti e critici, suore e seminaristi… Un’umanità variegata, a tratti ferita, bisognosa di attenzione e cure. In un racconto denso di curiosità e particolari, il vaticanista Paolo Rodari ricostruisce il percorso umano e spirituale di quello che si preannuncia un “grande vescovo”: affettuoso, informale, che non dimentica gli amici e i collaboratori che gli sono stati vicini. Lanciando uno sguardo sul futuro, il nuovo pastore di Milano pone i capisaldi della missione che lo attende: le sue idee sull’accoglienza agli immigrati, sul rapporto con le altre religioni e le altre confessioni cristiane, sulle prospettive della civiltà italiana e della Chiesa nei prossimi anni.

Accanto alle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, per il 2019 sono previste mostre dedicate ad artisti come Ingres, De Chirico, Canova e Antonello da Messina, ed evnti culturali come “Giacomo Leopardi – Infinito incanto”. Maggiori informazioni ed il programma  completo da scaricare, sono disponibili cliccando qui. Si rammenta che la disattivazione delle limitazioni temporanee si verifica dopo due giorni di rientro nei valori definiti, sempre previa certificazione di Regione Lombardia. 01 – Duomo, verrà temporaneamente chiusa a partire dalle 13. Ci scusiamo per gli eventuali disagi.

Queste novità rientrano nell’ambito del progetto Sharing Cities di cui la città di Milano fa parte insieme a Londra, Lisbona, Varsavia, Burgas e Bordeaux. La settima stazione inclusa nel progetto, è la n. 383 – Angilberto – Comacchio, già attivata in occasione della riqualificazione della piazza omonima lo scorso 29 settembre. Da venerdì 14 dicembre i milanesi possono invece prelevare anche le nuove biciclette a pedalata assistita con seggiolino per i bambini, un’innovazione attesa da tempo. Come forma di tutela per i più piccoli infatti, il prelievo è inibito a tutti gli utenti di età compresa tra i 16 e i 18 anni. Per tutte le inforazioni a riguardo potete consultare la pagina dedicata.

00, presso la Sala Malliani dell’Università degli Studi di Milano in via Festa del Perdono 7, si terrà l’evento celebrativo “2008-2018 La città gira e continua a girare”. Moderatore degli interventi sarà il presentatore radiofonico Massimo Cirri, direttamente da Caterpillar Radio Due. Seguiteci sui nostri canali per scoprire cosa abbiamo organizzato. Vi informiamo che in occasione della tradizionale fiera degli Oh Bej!