Migranti nel mondo globale PDF

Please forward this error screen to pegaso3. L’immigrazione è il trasferimento permanente o temporaneo di singoli individui o di gruppi di persone in un paese o luogo diverso migranti nel mondo globale PDF quello di origine. L’immigrazione può contribuire a risolvere problemi come sovrappopolazione, fame, epidemie e povertà nei Paesi di origine.


Författare: .

Una raccolta di saggi in cui viene affrontato il rapporto tra fenomeni migratori e globalizzazione, su temi che spaziano dalle migrazioni irregolari alle politiche migratorie europee, le campagne per i diritti dei migranti e l’azione dei movimenti sociali.

Secondo il parere di alcuni studiosi, soprattutto in riferimento all’Europa e all’Italia, l’immigrazione può avere ripercussioni positive anche per i Paesi di destinazione. Il processo di invecchiamento della popolazione è un fenomeno demografico che sta interessando l’intera Europa, come conseguenza del generale miglioramento della qualità della vita e del declino della natalità in vari paesi. Un incremento massiccio dell’immigrazione potrebbe costituire il fattore decisivo per il riequilibrio della spesa pensionistica, dato che la gran parte degli immigrati si trova in età lavorativa. 000 italiani hanno potuto ricevere la pensione. Tale numero è aumentato a più di 600.

Dal versante opposto, altri sostengono che l’immigrazione possa essere una delle cause dell’alto tasso di disoccupazione tra gli italiani e gli europei, poiché gli immigrati troverebbero più facilmente lavoro. Prima della crisi, il lavoro degli immigrati poteva essere considerato complementare a quello dei nativi e non sostitutivo. Il fenomeno dell’immigrazione, nella discussione pubblica e nella cronaca giornalistica, risulta inoltre spesso accostato alla problematica dell’aumento della delinquenza e della criminalità. Ma al di là di tali aspetti, l’opinione pubblica di molti paesi, già debilitati dalla crisi economica e preoccupati per i fenomeni terroristici, si esprime contro l’immigrazione di massa, per il timore che si possano così aggravare problemi di sicurezza e di coesione sociale. Esistono molti tratte degli immigrati, sotto molte forme. Le legislazioni dei Paesi UE pongono l’autonomia economica dell’immigrato come una condizione necessaria per avere un permesso di soggiorno e poi la cittadinanza.

Una prima eccezione a questo principio riguarda quanti sono vittime di persecuzioni politiche o religiose, provengono da dittature e Paesi in guerra. 5 contrari: Israele e Stati Uniti, Repubblica Ceca, Ungheria e Polonia. Contestualmente al voto, l’Assemblea ha ribadito la piena effettività della Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino. Massimo Livi Bacci, L’Europa ha bisogno di un’immigrazione di massa? Enrico Marro, Minimo storico per le nascite. Giorgia Capacci, Francesca Rinesi, L’Invecchiamento demografico in Italia e nell’Europa del futuro. Ilvo Diamanti, Migranti, la nostalgia dei muri e la sfiducia nell’Europa.