Retorica della narrativa.Vol. 1: Arte e retorica della narrativa PDF

Sino agli anni Novanta il r. In campo analitico, il ritorno del r. Tra i maggiori autori analitici realisti vanno ricordati David Armstrong, Lynn Rudder Retorica della narrativa.Vol. 1: Arte e retorica della narrativa PDF, Paul A. Boghossian, Michael Devitt, Kit Fine, Hilary Putnam e Richard Boyd.


Författare: Wayne C. Booth.

Questo libro – un classico della moderna teoria narratologica – propone un’indagine nitida e accurata sul funzionamento della narrativa. Attraverso una lettura puntuale di testi della grande tradizione romanzesca, da Fielding a Jane Austen, da Stern a Henry James. Booth smonta i pregiudizi di una certa vulgata estetica e descrive i meccanismi concreti della comunicazione narrativa. Scrivere un romanzo o un racconto significa infatti predisporre un impianto di codici e di congegni in cui le nozioni di realismo, di impersonalità o di commento esplicito sono soltanto gli effetti di una particolare scelta formale. Ma l’idea di Booth è che la tecnica non si riduca soltanto a una cassetta degli attrezzi. Se le sue analisi mettono a fuoco concetti fondamentali come quelli di autore implicito, di narratore inattendibile, di controllo autoriale. la tesi che sostiene tutto il discorso è che il testo narrativo sia un dispositivo retorico in senso ampio, un atto di comunicazione che rimanda sempre a un progetto generale di persuasione. Così, suggerisce Booth, il valore di un testo si può misurare anche sull’efficacia del suo funzionamento: un ‘”buon libro” si riconosce dalla capacità di imporre ai suoi lettori un’immediata visione del mondo. Il volume 1 “Arte e narrativa”, affronta con taglio non solo accademico ma anche polemico questioni da sempre centrali nel dibattito culturale del nostro tempo.

Il punto di vista più comune è quello ontologico: e in questo caso l’oggetto del contendere è ciò che esiste. Il secondo punto di vista da cui si pone la questione del r. In questo caso, la questione fondamentale è se possano esistere fatti per noi inconoscibili in linea di principio: i realisti sostengono di sì, gli antirealisti lo negano. Un’altra importante distinzione può riguardare l’ambito rispetto al quale si può essere realisti o antirealisti. Un rilevante esempio di coniugazione del r. Contro le interpretazioni antirealistiche della scienza, i realisti scientifici hanno apportato argomenti di vario genere.

Una concezione così radicale ha ovviamente conseguenze importanti anche a livello metafilosofico, perché la filosofia diviene ovviamente subalterna alla scienza. Un’altra strategia di difesa del r. Alcuni autori, infine, cercano di conciliare il r. Chakravartty, A metaphysics for scientific realism. Si consuma nelle fiamme e rinasce a nuova vita. Così, da circa un decennio, molti scrittori e studiosi prendono posizione per annunciare finalmente il «ritorno alla realtà» e la nascita di un «nuovo realismo».