Se ti abbraccio non aver paura PDF

Javascript non è abilitato su questo browser. Per utilizzare al se ti abbraccio non aver paura PDF tutte le funzioni del sito ti consigliamo di abilitare javascript oppure di visitare il sito con un altro browser. La gioia del Vangelo riempie il cuore e la vita intera di coloro che si incontrano con Gesù. Con Gesù Cristo sempre nasce e rinasce la gioia .


Författare: Fulvio Ervas.

Il verdetto di un medico ha rivoltato il mondo. La malattia di Andrea è un uragano, due uragani, sette tifoni. L’autismo l’ha fatto prigioniero e Franco è diventato un cavaliere che combatte per liberare suo figlio. Un cavaliere che non si arrende e continua a sognare. Hanno viaggiato per anni in cerca di cure: tradizionali, sperimentali, spirituali. Partono adesso per un viaggio diverso, senza bussola e senza meta. Insieme, padre e figlio, uniti nel tempo sospeso della strada. Sbeffeggiano l’oceano dall’alto, tagliano l’America in moto, si perdono nelle foreste del Guatemala. Per tre mesi la normalità è abolita, e non si sa più chi è diverso. Per tre mesi, è Andrea a insegnare a suo padre ad abbandonarsi alla vita. Andrea che accarezza coccodrilli, abbraccia cameriere e sciamani. E semina pezzetti di carta lungo il tragitto, tenero Pollicino che prepara il ritorno mentre suo padre vorrebbe restare in viaggio per sempre.

Accogliere tale magistero, significa rinnovare l’esistenza secondo il Vangelo, non nella modalità di radicalità intesa come modello di perfezione e spesso di separatezza, ma nell’adesione toto corde all’evento dell’incontro di salvezza che trasforma la vita: Si tratta di lasciare tutto per seguire il Signore. La radicalità evangelica non è solamente dei religiosi: è richiesta a tutti. Nella finitudine umana, nel limite, nell’affanno quotidiano i consacrati e le consacrate vivono la fedeltà, dando ragione della gioia che li abita, diventano splendida testimonianza, efficace annuncio, compagnia e vicinanza per donne e uomini che con loro abitano la storia e cercano la Chiesa come casa paterna. Numerose sono le suggestioni che ci vengono dall’ascolto delle parole del Papa, ma particolarmente c’interpella l’assoluta semplicità con cui Papa Francesco propone il suo magistero, conformandosi alla genuinità disarmante del Vangelo. Parola sine glossa, sparsa con il largo gesto del buon seminatore che fiducioso non fa discriminazioni di terreno.

Questa Lettera trova le sue ragioni in tale invito e intende iniziare una riflessione condivisa, mentre si offre come semplice mezzo per un leale confronto fra Vangelo e Vita. Questo Dicastero introduce così un itinerario comune, luogo di riflessione personale, fraterna, d’istituto, in cammino verso il 2015, anno che la Chiesa dedica alla vita consacrata. Rallegratevi con Gerusalemme, esultate per essa quanti la amate. Sfavillate di gioia con essa voi tutti che avete partecipato al suo lutto.

Voi lo vedrete e gioirà il vostro cuore, le vostre ossa saranno rigogliose come erba fresca. La mano del Signore si farà manifesta ai suoi servi . Sacra Scrittura intende esprimere una molteplicità di esperienze collettive e personali, in particolar modo collegate con il culto religioso e le feste, e per riconoscere il senso della presenza di Dio nella storia di Israele. Si incontrano nella Bibbia ben 13 diversi verbi e sostantivi per descrivere la gioia di Dio, quella delle persone e anche della stessa creazione, nel dialogo della salvezza. Per l’Antico Testamento, nei Salmi e nel profeta Isaia si trovano le ricorrenze più numerose: con una variazione linguistica creativa e originale molte volte si invita alla gioia, si proclama la gioia della vicinanza di Dio, la letizia per quanto ha creato e fatto.

Ci introduciamo al senso del testo: Rallegratevi con Gerusalemme, esultate per essa tutti voi che l’amate. In tutti e due i capitoli il tema del passato è evocato, a volte anche con immagini crude, ma per invitare a dimenticarlo, perché Dio vuole far brillare una luce nuova, una fiducia che risanerà infedeltà e crudeltà subite. Sion di nuova vita e speranza, e Dio, il Signore della vita, porterà fino in fondo la gestazione, facendo nascere senza fatica i nuovi figli. Un accumulo di termini intensi: rallegratevi, esultate, sfavillate, ma anche consolazioni, delizia, abbondanza, prosperità, carezze, ecc. Lieve ma vero profilo di un Dio che riluce di vibrazioni materne e di emozioni intense che contagiano.