Sergio Mattarella. Il Presidente degli Italiani PDF

Javascript non è abilitato su questo browser. Per utilizzare al meglio tutte le funzioni del sito ti consigliamo di abilitare javascript oppure di visitare il sito con un altro browser. Crebbe con istruzione religiosa, studiando a Roma al San Leone Magno, dei Sergio Mattarella. Il Presidente degli Italiani PDF maristi.


Författare: Giovanni Grasso.

Chi è Sergio Mattarella, nuovo Presidente della Repubblica italiana. Quali sono le sue origini, il suo percorso? Bernardo, Piersanti e Sergio: un filo rosso fatto di passione politica, spiritualità cristiana e profondo senso di responsabilità nei confronti della Repubblica lega questi tre uomini – un padre e i suoi due figli.Bernardo, giovane attivista del Partito Popolare e fiero oppositore del Partito Fascista: il libro ripercorre le sue vicende politiche partite dalla piccola Castellammare del Golfo, in provincia di Trapani, e approdate a importanti ruoli ministeriali nei governi di Alcide De Gasperi, ma anche le frequentazioni con Giorgio La Pira, Aldo Moro, monsignor Montini e la battaglia per la laicità dello Stato. Piersanti, il maggiore dei figli maschi, viene raccontato dall’attivismo nell’Azione Cattolica fino alla carica di giovane presidente della Regione Siciliana; si ripercorre il suo impegno per la trasparenza e per la lotta alla mafia nell’isola, un impegno pagato con la vita. Il giorno dell’Epifania del 1980 un killer lo uccide mentre sta uscendo di casa con la famiglia per recarsi alla messa. Tra i primi ad accorrere sul luogo dell’attentato Sergio, il suo giovane fratello e consigliere, professore universitario, e fidato consigliere. Una fotografia ormai celebre lo ritrae intento a raccogliere il corpo di Piersanti, ma Sergio sarà presto chiamato a raccoglierne l’eredità politica nel segno del rinnovamento che sfocerà nella “Primavera di Palermo” e nelle successive battaglie nazionali per il rinnovamento della politica e delle istituzioni. Il libro ripercorre la vicenda politica e umana di Sergio, parlamentare per 25 anni e tre volte ministro, il suo ruolo di protagonista nel difficile passaggio tra la Prima e la Seconda repubblica, il suo pensiero, i suoi ideali, il suo stile che lo hanno portato – a essere eletto XII presidente della Repubblica Italiana con un larghissimo consenso.

Aveva due figli: Maria e Bernardo, quest’ultimo deputato all’Assemblea regionale siciliana dal 2008. Durante i quattro anni successivi fece parte della Commissione Legislativa regionale, della Giunta per il Regolamento e della Giunta per il Bilancio venendo nominato, cosa inusuale per un deputato di prima nomina, relatore della legge sul bilancio di previsione della regione per l’anno 1970. Fu inoltre membro della Commissione speciale incaricata di riformare la burocrazia regionale, divenendo relatore della legge di riforma. Sulle pagine del giornale Sicilia Domani, nel giugno 1970, Piersanti denunciò diverse criticità dell’Assemblea regionale. In quegli stessi anni Piersanti Mattarella si fa largo nella DC provinciale e regionale, grazie al sostegno di Aldo Moro e della sua corrente, favorendo l’elezione di Giuseppe D’Angelo alla segreteria regionale del partito.