Un uomo così PDF

Vincitore di tre premi Oscar nel 1969, il film segna una tappa fondamentale verso una visione cinematografica disincantata e spietata del mondo delle metropoli americane. Il giovane texano Joe Buck, stanco della sua noiosa e un uomo così PDF vita e del suo lavoro di lavapiatti in una tavola calda, decide di partire per New York. Quasi per caso Joe ritrova Enrico all’interno d’una tavola calda, su cui si getta con rabbia nel tentativo di riavere i suoi soldi: Rizzo però è al verde, ma nonostante ciò si offre d’aiutare il ragazzo, ospitandolo nella sua “casa”, uno scalcinato appartamento in un palazzo pericolante destinato alla demolizione. Un giorno una bizzarra coppia incontra Rizzo e Joe in una tavola calda e invita il secondo a un party: i due si ritrovano così a una festa in un surreale e grottesco clima warholesco, dove Joe incontra Shirley, che accetta, su proposta d’Enrico, di pagare venti dollari per passare la notte col giovane stallone texano.


Författare: Agnese Moro.

Aldo Moro nella poltrona di casa, col cappello floscio, mentre raccoglie i fichi e sbuccia le arance, mentre si fa la barba. Moro che canta filastrocche alla figlia, gioca a scacchi col nipotino, va al cinema con la famiglia a vedere i western. E piange, disperato, alla morte del padre. C’è poca politica in questo breve, lieve, struggente “album di famiglia” di Agnese Moro: qualche viaggio, gli onnipresenti giornali, le preoccupazioni del partito. Il Moro stratega, l’uomo pubblico contornato dal mito del martirio, è assente da queste pagine, sostituito da una figura di padre di famiglia ben più reale e commovente del ritratto convenzionale.

Con i soldi Joe compra due biglietti per la Florida e, caricato Rico sulla corriera, partono insieme: nonostante le condizioni di Rico, Joe cerca di fare di tutto per rendere migliore la loro situazione. Dopo che il compagno s’è urinato addosso, Joe scende a una sosta e compra vestiti nuovi per l’amico e per se stesso, abbandonando così la sua identità da cowboy. Questa voce o sezione sull’argomento film drammatici non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. Per l’epoca risultarono quantomeno inusuali per un film i temi dell’omosessualità esplicitamente trattati, compresa la scena al cinema in cui Joe si prostituisce con il giovane studente. Nomination Miglior montaggio a Hugh A.

La pellicola nel 1994 fu scelta per la preservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti. La frase che più viene associata al film è sicuramente quella pronunciata da Enrico “Sozzo” Rizzo: “Sto camminando qui! Tenente Dan in mezzo al traffico di Manhattan. Apocalypto: quando alcuni taglialegna fanno cadere un albero rischiando di schiacciare il guerriero Zero Wolf.

Hercules: quando, mentre si trova a Tebe con l’allievo Hercules, Filottete rischia di essere investito da una biga. Futurama: nella puntata “Zapp attore” della 2ª serie, Zap Brannigan, viene degradato e si riduce alla vita di strada con Kif. Lo si vede, vestito da cow boy, camminare per le strade di New York e in sottofondo si sente “Everybody’s Talkin”. L’ottavo episodio della terza stagione di American Dad!

Immalgrado Steve”, è una chiara parodia del film: nel corso della puntata, Steve e Roger, stanchi della vita a Langley Falls, decidono di partire alla volta di New York per fare successo, ma dopo varie disavventure si ritroveranno senza soldi per le strade della Grande Mela e Steve, costretto dal socio, finirà con l’improvvisarsi giovane gigolò vestito da cowboy. URL consultato il 20 aprile 2014. URL consultato il 12 ottobre 2014. Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 14 ago 2018 alle 11:47.